Passa ai contenuti principali

Soffio al Cuore

Non è facile parlare di un film come soffio al cuore, in cui è al centro il tema rapporto madre e figlio che sfocia in qualcosa di più atroce, un peccato, che verrà tenuto segreto nel cuore di un bambino fin troppo fragile per poter urlare un dolore più grande di lui.
Louis Malle, non perde l'occasione di provocare, e continua a farlo, ma questa volta mettendo alla berlina il rapporto che esiste tra madre e figlio, c'è un legame diverso che con il padre, perchè quel bambino è stato dentro il suo ventre per nove mesi, è un legame più intenso e più profondo, avvolte anche incomprensibile per chi non ha messo un figlio.
Clara, donna giovane ed esuberante, tratta il figlio Renzino e lo abbraccia come fosse un bambino piccolo, ma ormai non è più piccolo, sta diventando grande, quindi le sue espressioni d'affetto, non sono più adatte a lui, che sta attraversando la tipica fase adolescenziale del viaggio verso la maturità sentimentale, di cui la madre provvederà in quel senso, il film è il viaggio verso l'educazione sentimentale che tocca i rapporti difficili e complessi che avvolte possono esistere con i genitori, non è che ci sia niente di strano a parlarne, il tema del film è incentrato sull'incesto, un trauma che può lasciare segni indelebili, Malle, sceglie la strada dell'intuizione non mostrando nulla, lasciando che lo spettatore, scena dopo scena, capisca come andrà a finire la storia, un tema brutale come questo deve essere trattato con delicatezza, non perchè bisogna capire l'adulto colpevole di tale atto, ma perchè bisogna capire i sentimenti contrastanti che vivono attraverso chi lo subisce, e lo strano rapporto che si crea con la persona colpevole di tale atto, quindi meritevole di essere punita, e chi la subisce, faccio intuire a voi come finirà, anche se non sono stata d'accordo con questo finale consolatorio, avrei voluto un finale più cazzuto, che facesse urlare al figlio il dolore che prova per quello che ha commesso la madre, ma in tutto questo si può - scusate lo spoiler ma stavolta devo pur farlo, anche se non spoilero mai, se non avete visto il film non leggete - alzare le spalle come se nulla fosse accaduto? Non è un finale consolatorio? Provocare va bene, ma almeno farlo in maniera che si critica l'istituzione familiare sarebbe stata una cosa gradevole, non si tratta d'amore, perchè la madre s'è fatto pure un amico speciale durante la convalescenza del figlio che ha il soffio al cuore dal titolo del film, ma forse si è voluta prendere la strada del silenzio e della complicità, compreso il perdono, piuttosto che una strada differente, va da se è un film che riesce ad entrare nella memoria dello spettatore, e forse la brutalità sta proprio nella complicità tra madre e figlio, piuttosto che nell'urlare un dolore ai quattro venti, in conclusione, è un film che ti lascia dentro un senso di inquietudine e angoscia.
Disturbante, DA COLLEZIONARE.


Commenti

  1. secondo me un film bellissimo e scomodo. E' difficile parlarne ora di un tema così spinoso, figuriamoci che cosa doveva essere nel 1971....

    RispondiElimina
  2. si condivido, il film è molto bello ma anche complesso, non è facile parlare di un tema così tragico, ma Malle ci riesce benissimo a farlo facendo in modo che sia lo spettatore a intuire il tutto :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.