martedì 24 luglio 2012

Following

Christopher Nolan, prima di girare la saga di Batman ed essere come uno degli autori più gettonati di blockbuster, (per altro sempre di qualità)  girava piccoli film, questo è il suo lungometraggio d'esordio, uscito dopo Memento e Insomnia, e scritto in collaborazione con il fratello minore, dire che è un oggettino da collezionare è dire poco, innanzitutto ci troviamo di fronte a un piccolo cult movie, di quelli girati in maniera indipendente e in piena libertà artistica, si nota anche una certa semplicità stilistica che non richiede altro allo spettatore di immergersi totalmente nella storia, e ci riesce benissimo.
In scena abbiamo uno scrittore che per lavoro segue le persone cercando una specie di ispirazione, un giorno si imbatte in Cobb, che è un ladro di professione che lo coinvolge nei suoi furti, le cose si complicano quando lo scrittore si innamora di una ragazza vittima di un furto, a questo punto si troverà immischiato in un gioco più grande  di lui senza via d'uscita.
Nolan, costruisce un noir ad effetto che riesce a creare una tensione palpabile grazie alla sua straordinaria capacità di costruire una trama non lineare ma che strizza l'occhio allo spettatore, che non sa come si sbroglierà la matassa, così che il gatto intrappolerà il topolino nella sua rete, in modo che non potrà uscire nè sbrogliarla, rimanendone incastrato e vittima.
Film imprenscindibile per tutti i fans di Nolan, perchè mostra una capacità di costruire storie curiose senza mai cadere nel già visto e nell'ovvio, dimostrando di dare personalità ai suoi personaggi che portano tutti una maschera, e che riescono a recitare un ruolo per poi dimostrare una volta tolta la maschera davanti allo spettatore di essere tutt'altro di come si facevano vedere, una trama che gioca intelligentemente con lo spettatore, peccato sia uscito dopo le opere con cui è diventato un autore conosciuto al grande pubblico, ma si sa per certe pellicole è meglio che escano dopo che l'autore è diventato famoso non prima.
DA COLLEZIONARE.


4 commenti:

  1. Sarà che le tecniche dei truffatori le ho sempre trovate altamente cinematografiche ma questo film lo trovato molto molto affascinante! Geniale nella sua semplicità, a conferma che Nolan non ha bisogno di grandi effetti per essere un grande regista!

    RispondiElimina
  2. questo mi manca...da recuperare sicuramente!

    RispondiElimina
  3. si si, è incredibile come film, fammi sapere se ti è piaciuto ^_^

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...