Passa ai contenuti principali

Amour

Questo film fa male, e lo dico sinceramente, prima di tutto perchè a dispetto del titolo non racconta una storia d'amore, ma con il gusto di giocare con lo spettatore Michael Haneke si diverte a raccontare una storia profondamente angosciosa, che parla della vecchiaia, e della malattia.
Come ho detto prima è un film angoscioso, che calca come un bisturi sulla decadenza fisica, esattamente come aveva fatto con la violenza dei suoi precedenti film, per questo non è un film che potrebbe piacere al grande pubblico.
Stilisticamente è un film eccellente che non cade in facili sentimentalismi, non a caso le scene sono molto realistiche per questo colpisce nel profondo lo spettatore che magari si aspetta un opera bonaria, forse per questo ha intitolato il film Amour.
E' un film che parla della vecchiaia, della sofferenza della malattia, non potrebbe essere un film che cade nella lacrima facile o nella facile speranza, se tu racconti qualcosa del genere non puoi cadere in scene edulcoranti, ma raccontare la malattia per quello che è, devastante, distruttiva, inaccettabile, per questo è un film di difficile digestione.
Personalmente posso dire che mi ha irritata parecchio, perchè non da una speranza lucida per la  protagonista, il suo destino è segnato da una malattia che la sta logorando e che piano piano la cancellerà, non ci sarà più niente della persona che abbiamo visto e ammirato all'inzio del film, e quanta compassione si prova nell'ultimo gesto e lo dico senza spoilerare, che il marito compie quasi per disperazione, per non vederla soffrire ulteriormente, è un gesto da condannare, ma che ricalca fedelmente tutta la sofferenza che quest'uomo ha patito a veder malata la moglie, e allo stesso tempo è anche liberatorio, perchè si toglie tutta la sofferenza di non poter salvarla da una malattia terribile come l'alzeimer.
L'inizio è sconvolgente, un cadavere in decomposizione viene ritrovato su una casa serrata, è la polizia a sprangare le porte, in un certo senso le buttano a terra, e poi la ritrovano morta, poi il film racconta l'inizio della sua malattia e i sentimenti dei suoi cari, dal marito che la deve accudire, alla figlia che cerca di capire cosa realmente sta accadento.
Un film allucinante e terribile, da vedere perchè racconta effettivamente una cruda realtà, molto meglio di tanti film da facili lacrimoni, ma molto angosciante e di sicuro non vi piacerà, anzi non vuole piacervi, ma se volete vederlo dovete sprofondare in un mare di dolore che difficilmente riuscirete a dimenticare.
DA NON PERDERE.


Commenti

  1. un capolavoro strepitoso. uno dei migliori dell'anno a mio parere.
    Condivio Arwen!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è un film incredibile ^_^ anzi direi terribile hahaha

      Elimina
  2. meraviglioso. Ti lascia uno strazio dentro il cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehy è una vita che non ti vedevo dalle mie parti, si è uno strazio questo film è come una lama potente che ti squarcia in due, Haneke è un regista un po' sadico Bentornato J.

      Elimina
  3. troppo irritante.
    l'haneke, che di solito è irritante ma in positivo, che mi è piaciuto meno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si non è di facile digestione questo film :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.