Passa ai contenuti principali

Solo per vendetta

Su Nicolas Cage possiamo dire di tutto, e anche il contrario di tutto, però lasciatemelo dire, avvolte nel grande calderone di titoli pessimi che sceglie, alcuni film sono azzeccati.
E' il caso di Solo per vendetta, diretto da Roger Donaldson, che lo vede protagonista nel ruolo di un professore, una persona normale a cui accade qualcosa di inaccettabile per un uomo: sua moglie viene violentata e picchiata.
Ma forse c'è una soluzione; mentre è in ospedale un uomo gli si avvicina e gli offre il suo aiuto per risolvere la situazione e farla pagare a chi ha violentato la moglie.
Il professore dopo una riflessione accetta, accetta perchè è accecato dalla vendetta, e anche per farla pagare a chi ha fatto male a sua moglie, credo che chiunque accetterebbe una proposta del genere per rivendicare un torto subito.
Ma c'è il rovescio della medaglia, l'uomo fa parte di una organizzazione segreta che uccide anche gente innocente toccando il tasto della rabbia di altre persone, non è possibile uscire da questa organizzazione, e le persone che vengono coinvolte divengono vittime inconsapevoli di un gioco più grande di loro, ma il timido professore forse ne sa una più del diavolo, e cercherà di capire in che cosa è stato coinvolto, riuscirà a smascherare questa organizzazione? Ma soprattutto riuscirà ad uscirne vivo e salvare la sua vita senza pagarne conseguenze?
Un thriller riuscitissimo, coinvolgente e incalzante, che cattura l'attenzione dello spettatore dall'inizio alla fine, la recitazione di Cage qui è ispirata e misurata, nonostante il ruolo rischi di fare sbavature nella recitazione e di strafare, invece Cage dimostra di sapersi concentrare sulla psicologia di una persona normale coinvolta in un gioco più grande di lui, ed è inconsapevole che viene trasformato in un coniglio dentro una gabbia in cui è impossibile uscire, e sarà complicatissimo smascherare coloro che lo hanno coinvolto in questo gioco al massacro, ma alla fine riuscirà a mettere tutto a posto?
La risposta dopo la visione di questo film intrigante, che nonostante alcune critiche negative io l'ho trovato un buon prodotto di intrattenimento, capace di tenermi incollata alla poltrona dall'inizio alla fine.
Mi è piaciuto e non ho vergogna ad ammetterlo.
APPETITOSO


Commenti

  1. A me invece è piaciuto poco, un pò banale la trasformazione del protagonista da professore a supereroe:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà ma è il crescendo drammatico che ti coinvolge nella storia, è stato coinvolto in un gioco più grande di lui :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.