Passa ai contenuti principali

Cloud Atlas

Uno spettacolo per gli occhi che affronta tematiche universali, i moltissimi personaggi protagonisti del film affrontano storie differenti che sono ambientate in epoche diverse, è un progetto alquanto ambizioso ma la devo dire tutta,  i registi hanno strafatto.
L'opera appare confusa, in bilico su cosa vogliono realmente raccontare questi tre autori che si sono messi insieme, I Watchowsky che sono stati ottimi in Matrix, hanno nelle mani un film che non riescono a tenere al guinzaglio, forse è una sensazione mia, potrei sbagliarmi, magari con una seconda visione l'opera mi appare più delineata, chissa...
fattostà che non è di certo un ottimo film, stilisticamente è un opera affascinante, dalla regia acuta e brillante, ma la sostanza è quella che manca di carisma.
L'opera appare vuota, i cui personaggi non riescono ad esprimere al meglio le intenzioni della storia, ed è un peccato perchè il film ha delle potenzialità pazzesche, che nelle mani di qualcunaltro magari ne avrebbe guadagnato parecchio.
La mia impressione è che questo film non sia un cattivo film, anzi tutt'altro, certamente ha i suoi pregi, il fatto è che questi tre autori che si sono riuniti non si è capito cosa volessero realmente raccontare, è un film a episodi? Con gli stessi attori che recitano ruoli diversi? Che legame c'è tra di loro? Sono queste le domande che uno spettatore attento si rivolge.
Invece le storie appaiono divise, frammentate, senza il fulcro centrale, ed è un peccato aver creato qualcosa di così magico senza tenere conto della sostanza che lega i diversi personaggi, e questo è uno dei difetti maggiori del film.
Ripeto un progetto del genere è un ottima idea, ma rimane un film impreciso, slegato, che necessita una attenta comprensione, forse un giorno mi ci metterò a rivederlo, forse il mio parere non muterà, di certo non mi ha entusiasmato.




Commenti

  1. Per come l'ho visto io è proprio la complessità delle emozioni umane e non un elemento preciso a legare tutte queste storie tra loro. Nella vita non c'è mai una logica lineare e lo stesso vale per Cloud Atlas, dove i personaggi seguono essenzialmente le loro ambizioni, i loro desideri e la loro natura.

    A prescindere da questo, ero comunque così presa dalle immagini e dall'ingegnosità del montaggio che non sono stata tanto a guardare al significato e il film mi è passato in un soffio, davvero affascinante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si senza dubbio farò una seconda visione perchè ci voglio capire un pochetto...ma sinceramente alla prima visione non mi ha lasciato niente...

      Elimina
  2. ci sei andata giù tenera.
    questa è una delle peggiori porcherie che abbia mai visto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uuuh daiii hahaha, sinceramente porcheria non credo, ma un po' di confusione c'è ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.