mercoledì 13 marzo 2013

The Girlfriend Experience

Steven Soderbergh è un regista che è capace di fare film piccoli e indipendenti che sono veri capolavori, ma è anche capace di fare film stilisticamente eccellenti ma inconcludenti.
Per me rappresenta una vera ipotesi questo autore, ma per il caso di questo piccolo documentario vale la prima ipotesi.
E' un film incentrato su una escort, che ha un regolare fidanzato che accetta il suo lavoro, di giorno appare una ragazza normale, anche dolce agli occhi dello spettatore, e di notte si trasforma in una escort, la mdp di Soderbergh la scruta entrando nel suo mondo, facendo entrare anche noi spettatori che guardiamo la sua vita, i suoi timori, i suoi problemi, il suo mondo senza giudicarla, perchè è descritta come una persona normale che ha fatto una scelta, che sia discutibile o meno, a nessuno viene in mente di maltrattarla, anzi succede la cosa contraria, lo spettatore è catapultato dentro il suo mondo e ne resta coinvolto emotivamente, creando una specie di empatia con lei.
Questo succede perchè è un piccolissimo film che dice molto sulle scelte di una donna, in questo caso la nostra protagonista, ed è un film sull'accettazione di quelle scelte, quanti di voi uomini sarebbero capaci di accettare che la vostra donna sia una escort? Nessuno credo.
Per la prima volta un regista lascia il mondo patinato di hollywood con le sue star, e i suoi lustrini e dirige un film vero, reale ma soprattutto semplice, scegliendo come protagonista una pornostar Sasha Grey, che è talmente brava nel ruolo da risultare naturale, si trova a suo agio nella storia, dopotutto è un film impegnativo e lei lo interpreta riuscendo a catturare lo spettatore, risultando vera e per nulla artificiosa o finta.
Come con Babol che è secondo il mio parere il suo film migliore, anche The Girlfriend experience pur essendo un film sperimentale e documentaristico sottolinea il ritratto di una persona, facendolo vedere come un essere umano.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE.


4 commenti:

  1. Soderbergh non mi è mai piaciuto ma questo film mi intrigava. Però ne ho sentito parlare maluccio. Ora invece una recensione come questa mi fa rivalutare una possibile visione. Vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato interessante dal punto di vista di femminile, poi ovviamente ognuno ci vede quello che vuole...

      Elimina
    2. Guarderò e ti saprò dire ;)

      Elimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...