Passa ai contenuti principali

Barton Fink è successo a Hollywood

Qualcuno dovrebbe inventare un nuovo genere di film, o per essere sinceri un nuovo genere cinematografico; se qualcuno aggrotta le sopracciglia lo rassicuro, tranquilli, sto solo recensendo un film, comunque per continuare il discorso il genere che dovrebbero inventare è chiamato bizzarro.
Si perchè la storia raccontata dai Coen, che grazie a questo film vincono la palma d'oro a Cannes nel 1991, ed è solo il quarto film da loro diretto e prodotto, i protagonisti sono un grandissimo John Turturro, Dio ti benedica John chissà perchè ogni film che vedo da lui interpretato mi piace un sacco, e John Goodman. Entrambi sono due attori feticcio dei fratellini Coen, presenti in quasi tutte le loro pellicole, Turturro, interpreta Barton Fink, che dopo un successo a Broadway viene chiamato a Hollywood per scrivere la sceneggiatura di un film sul Wrestling, ma ha il blocco dello scrittore, ad un tratto non riesce a fare uscire una parola dalle dita delle sue mani, nel frattempo cerca di mettersi in contatto con uno scrittore alcoolizzato e trova un alloggio nell'oscuro albergo dove incontrerà un individuo apparentemente bonario, che all'inizio sembra un buon amico, ma poi mostrerà il suo vero volto facendo di Barton una vittima psicologica più che fisica.
Allora, consiglio prima della visione, onde evitare facili delusioni: non è un film facile per diversi motivi, come dicevo prima è un film bizzarro, e deve essere preso per come viene, ma forse c'è più della bizzarria, perchè il film ha una sua precisa logica che è legata alla psicologia dei personaggi.
La sceneggiatura è scritta in modo articolato che fa sembrare l'inizio come una commedia, ma è di più...molto di più.
Joel e Ethan Coen questa volta giocano tutto su una serie di eventi legati a un fatto realmente accaduto, - a hollywood c'è stato qualcuno che ha scritto la sceneggiatura su un film sul wrestling ma che è rimasta incompiuta, anche se i Coen non dicono se lo sceneggiatore è rimasto vittima di quello strano tipo che si vede nel film, almeno da quello che ho letto in giro - e mescolano realtà e finzione, giocando con lo spettatore, tutti non sono come appaiono e anche se  le cose che accadono non trovano una soluzione apparente, sono collocate in modo da creare una specie di attesa nello spettatore che cerca di capire come stanno realmente i fatti ma che puntualmente tramite strategici colpi di scena - come solo i Coen sanno fare, e di questo loro sono dei veri maestri - in cui quello che succede non è mai come te lo sei immaginato. Chi di voi ha indovinato prima di tutti che il bonario vicino di Barton nasconde un passato oscuro...non mi fate spoilerare sapete che odio farlo...ma che ogni volta toglie dai guai il timido sceneggiatore, come se fosse lui autore di certi delitti?
Basta non dico altro, ah è fondamentale anche lo scrittore alcoolizzato, fate attenzione alla segretaria/amante, che è uno dei personaggi chiave della storia, chi è l'autore del delitto in cui è rimasta vittima? Qual'è il motivo reale di questo assurdo delitto? La soluzione è proprio davanti ai nostri occhi, ma solo una mente arguta riesce a capirla al volo, anche se è complicatissima, di certo i fratellini non anticipano nulla, e voi non barate andando a leggervi su vari siti prima della visione la trama del film, soprattutto se lo state vedendo per la prima volta, perchè durante la visione dovrete essere voi a capire i fatti reali, non ve li deve raccontare una trama.
In conclusione, uno dei migliori film dei fratellini senza dubbio, che già al quarto film dimostrano di avere un grandissimo talento e una predilizione per le storie strane e fuori di testa, non si vede mai scorrere sangue, ma da una tensione palpabile dall'inizio alla fine, bravissimi Goodman e Turturro, il film va visto principalmente per la loro performance, oltre che per il talento dei fratellini.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE
Naaa che dico CAPOLAVORO, ecco ora ci siamo!!!




Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…