Passa ai contenuti principali

Ti va di ballare?

Questa è la storia vera di un maestro di ballo, Piere Dulaine, che assunto in una scuola di ragazzi difficili deve insegnare loro a ballare, non sarà una cosa facile dato che i ragazzi ascoltano hip hop e lui è un maestro di balli classici, tango, valzer fox trot etc etc...visto così sembrerebbe un rapporto destinato a finire subito, ma non sarà così.
Il maestro si guadagnerà la fiducia dei suoi allievi e il rispetto insegnando i suoi balli e cercando di entrare in empatia con loro, attraverso la comprensione, questi ragazzi stanno nello scantinato della scuola, perchè la stessa scuola li ritiene difficili, il maestro li farà uscire allo scoperto contro gli insegnanti e la dirigenza scolastica.
Un film ricco e coinvolgente, che mostra come la diversità creata da un istituzione che dovrebbe essere dalla parte degli studenti, fa del pregiudizio la sua arma per etichettare quegli stessi studenti che ritiene incomprensibili e difficili, creando divisioni senza motivo, sarà un insegnante di ballo a donare a questi giovani la fiducia nel prossimo, anche se devono fare i conti con gli studenti di Dulaine che sono "aggrazziati" rispetto ai giovani della scuola difficile.
Questo film mi è piaciuto, prima per la sincerità con cui è stato girato, e poi per la descrizione dei personaggi che risultano veri e naturali, senza nessuna macchinazione.
Poi vedere Antonio Banderas che volteggia è uno spettacolo per la mente e il cuore che ti riempe di gioia, un ruolo insolito per un attore intrigante che a me piace particolarmente, ed è sorprendente la bravura in cui si è incimentato in questo ruolo, ed è anche bravo a ballare, quindi questo film ha molti punti a favore anche per questo motivo.
I ragazzi difficili provengono da situazioni familiari difficili, ed è comprensibile la fine che farebbero senza il supporto di un adulto che li aiuti a scoprire le loro possibilità per fare un percorso umano diverso da quello in cui sono destinati, a una brutta fine.
I ragazzi ce la metteranno tutta per smentire chi li da per sbandati, e dimostreranno di che pasta sono fatti.
In conclusione, un film magico, sensuale, e spettacolare sul ballo.
APPETITOSO.


Commenti

  1. Visto tanto tempo fa. Carino carino davvero.

    RispondiElimina
  2. Ci piace, soprattutto se pensiamo che è una storia vera..

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.