Passa ai contenuti principali

I tre Moschettieri

Ecco l'ennesima versione, questa volta in 3D delle avventure dei tre moschettieri, creati dalla penna di Alexandre Dumas e filmati questa volta da Paul WS Anderson, regista di film fantascientifici, tra cui la saga horror Resident Evil in cui è protagonista sua moglie Milla jovovich, presente anche in questa pellicola.
Maestoso, roboante, fracassone, il classico blockbuster ma questa volta a tre dimensioni, sinceramente non aggiunge molto al classico di Dumas al di fuori di una spettacolarizzazione faraonica da film giocattolo per incassare soldi.
Peccato perchè questo 3D sarà anche fico, ma secondo me toglie l'anima ai film, e di certo le potenzialità di una pellicola che potrebbe essere grande cascano come un castello di sabbia.
Ma, il 3D è di moda, e allora spingi il pedale su di esso, ma a che pro? E' mai possibile che bisogna usare i computer ormai per fare film? Vedremo mai un film fatto con l'anima? Finchè il 3D tira allora spingono il pedale su di esso...


Il film è stereotipato, vuoto, non decolla mai ed è privo di contenuti, tutti questi artifizi digitali alla fin fine non fanno che appesantire il tutto, per non parlare della regia, che sembra essere come un elefante in un negozio di cristalleria...continuo?
Vi ho seccati? Eh vi capisco, ma il cinema non deve essere solo effetti speciali, ci vogliono anche i contenuti, lo spettatore deve conoscere i protagonisti, deve vivere il film si ci deve trovare dentro si deve in un certo senso riconoscere nei personaggi; ebbene questo non avviene nella versione di Paul WS Anderson.
Il classico film da popcorn, che si dimentica una volta terminato il barattolino, un intrattenimento fine a se stesso che lascia sinceramente l'amaro in bocca, eppure basterebbe poco per fare un ottimo film, un guizzo, un inventiva, e soprattutto una solida regia, non patinata e fumettistica come quella di Paul WS Anderson.
Inoltre Gli attori sembrano pupazzi di plastica, tutti belli, tutti fighi, nessuna personificazione, nessuna immedesimazione, sembrano pappagalli che si sottopongono a quello che il regista dice, o forse in questo caso la produzione, visto che il regista si limita a fare un film pomposo privo di spessore.
Alla fine non restano che piccole briciole in mano.
Peccato!!
Voto: 3




Commenti

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…