mercoledì 19 marzo 2014

Mrs Doubtfire


Daniel è un doppiatore sull'orlo della disoccupazione, è sposato con Miranda ed è molto legato ai suoi figli, ma il rapporto con la moglie entra in crisi non appena si accorge che ha fatto troppa baldoria in casa con i figli e alcuni amichetti, ovvero questa è la classica goccia che fa traboccare il vaso, e così la coppia si separa...ma l'uomo non può restare separato dai figli a cui vuole un bene dell'anima e come stratagemma si traveste per fare da "bambinaia" o meglio da tata ai suoi figli per stare più vicino a loro dato che li può vedere una volta a settimana...ma tra equivoci e risate prima o poi il suo trucco verrà scoperto...e allora dovrà fare i conti con la realtà.


Un film divertentissimo, che allo stesso tempo fa riflettere sulla famiglia e sugli affetti, la cosa migliore è ovviamente il trasformismo di Robin Williams, che anche questa volta si riconferma grandissimo istrione della commedia americana, qui portato ai massimi livelli, lo possiamo vedere dimenarsi mentre spazza la casa con l'aspirapolvere al suono di Dudes Like a Lady degli Aerosmith, una delle scene più divertenti del film, i suoi consigli a Miranda per la sua nuova relazione con il bellimbusto che gli causerà parecchi attacchi di gelosia, soprattutto per l'antipatia che questi nutre per il nuovo "amore" della moglie, e le mirabolanti peripezie che si inventa onde evitare di essere scoperto.
Alla fine è l'amore per i figli la causa di tutto ciò, il motivo principale è che non può vivere senza di loro, perchè è come se gli mancasse l'aria, proprio alla festa del papà oggi recensisco due film con protagonisti dei padri.
Padri un po' diversi, scorbutici, affettuosi ma soprattutto sinceri e PRESENTI nei confronti della famiglia, perchè quella è il centro di tutto negli esseri umani, e allora parliamo di questi padri, ottimi padri che sanno amare e dare affetto ai figli, e soprattutto alla famiglia.
Daniel è uno di questi padri, che pur di stare accanto ai figli avrebbe fatto qualsiasi cosa, perchè i figli sono parte di se stesso, ed è proprio questo suo amore che gli fa scegliere di indossare una maschera per stare accanto a loro nonostante i pregiudizi del giudice nel finale, anche la moglie si accorgerà del suo amore per quei ragazzi e non ascolterà gli ordini che egli ha fatto nell'udienza alla fine.
Un film magico e commovente, che nonostante la regia di Chris Columbus ricordiamolo specializzato in commedie zuccherose per famiglie, qui osa qualcosa che non ha mai fatto e vince la sfida!
E allora in conclusione vi auguro Buona festa del papà, soprattutto per chi ha un papà presente.
Voto: 7






6 commenti:

  1. Uno dei cult della mia infanzia, sono anni che non lo rivedo!!

    RispondiElimina
  2. embè, film mitico!
    anche se un po' zuccheroso lo è pure questo... :)

    RispondiElimina
  3. beh, nessuno dice il contrario hehehe :D

    RispondiElimina
  4. quando lo vidi la prima volta, alle medie x il cineforum mi fece schifo, poi nel tempo l'ho recuperato e rivalutato. è carino, Williams bravissimo e riesce sia a divertire che a commuovere.

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...