Passa ai contenuti principali

Toys - Giocattoli

E' senza dubbio uno dei migliori film con Robin Williams per la seconda volta diretto da Barry Levinson dopo lo straordinario Good Morning Vietnam, questa volta con un film profondo che all'epoca della sua uscita è stato clamorosamente frainteso, e come spesso accade, c'è stata con il tempo una rivalutazione.
Al centro della storia c'è una fabbrica di giocattoli, il padre di Leslie, muore di malattia, e allora a prendere le redini dell'azienda è suo fratello, Leland Zevo; ma le cose non andranno esattamente come prima della morte di suo fratello.
Leland Zevo in realtà è un militare che ha fatto fiasco in una imboscata e che cerca di avere una rivalsa contro il padre anch'esso militare e contro il governo, prende le redini dell'azienda per fare giocattoli da guerra, una volta compreso l'imbroglio Leslie, sua sorella Alsazia, e la sua nuova fidanzata cercano in tutti i modi di salvare l'azienda e riportarla al suo antico splendore di innocenza e magia creata da suo padre prima di morire.

Film sottovalutato all'epoca, è una profonda analisi sull'innocenza dell'infanzia, rappresentata dai giocattoli, e la distruzione della guerra, rappresentata dal personaggio del generale Zevo.
Due mondi che si incontrano e si scontrano fino a modificare totalmente ciò che il padre di Leslie ha creato, una vera invasione che procurerà non pochi problemi al giovane, e quando scoprirà i loschi giochi dello zio, ovvero la fabbricazione di giocattoli da guerra, cercherà in tutti i modi di ripristinare il mondo della Zevo toys così come è stata creata da suo padre.
Un grande film fin troppo sottovalutato direi, la prima volta che lo vidi si tratta di quasi vent'anni fa ormai, mi colpì per l'assoluta sincerità con cui venivano affrontati temi molto profondi come l'infanzia e l'innocenza, in contrasto con la guerra e la distruzione, un film contro la guerra ambientato in una fabbrica di giocattoli? E chi lo andrebbe a vedere?
Naturalmente il film non fu un grande successo al botteghino, ma ancora oggi che l'ho ripescato quella magia vista esattamente nel natale del '95, era ancora viva; soprattutto grazie all'interpretazione di un inedito e convincente Robin Williams, che con il suo ruolo di Leslie dimostra che dietro la maschera di un buffone, si nasconde un uomo con le palle capace di tenere testa a un generale, e di fargli il cosidetto culo.
Eh si, quando ci vuole ci vuole, a fargli da pioniere, sono una spumeggiante Joan Cusack nel ruolo di Alsazia e una spiritosa Robin Wright nel ruolo di Gwen, una nuova impiegata della Zevo Toys, di cui Leslie si innamorerà.
La colonna sonora è stata curata da Wendy e Lisa che cantano una canzone con Seal - The Closing of the year.
Un film da recuperare e da vedere e rivedere, per scoprire il grande mistero della vita, e soprattutto l'innocenza contro ogni tipo di conflitto.
Voto: 8


Commenti

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Riguarda & Recensisci - Planet of The Apes

Riguarda & Recensisci

Penultimo appuntamento con lo special di Tim Burton legato alla rubrica Riguarda & Recensisci, che ripesca i film visti in precedenza e non ancora recensiti alla fabbrica, tra due settimane dovrebbe cominciare quello dedicato al grandissimo Stanley Kubrick, forse addirittura spostato di Venerdì o domenica per cineclassics, dato che la rassegna dedicata a Orson Welles è ormai agli sgoccioli.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.