Passa ai contenuti principali

UnderWorld

Primo capitolo di una saga a metà strada tra il fantastico e l'horror e su Muze  sicuramente lo trovate, potrebbe essere classificato come un normale blockbuster, e in parte lo è, ma come film giocattolo è fatto abbastanza bene.
Primo capitolo torno a ripetere che nonostante sia una di quelle pellicole acchiappasoldi, riesce a coinvolgere lo spettatore, il che è più un pregio che un difetto, considerando che oggi i blockbuster sono più costruiti in base a quanti soldi possono  incassare, molto lontani da quelli dello zio steve.
Ma con tutto ciò Underworld come blockbuster fa molto bene il suo ruolo, perchè è ben scritto e ben diretto, ma non aspettatevi niente di che, ancora 11  anni fa i blockbuster cominciavano a scricchiolare ma questo si distingue dalla massa di giocattoloni roboanti, anche se gli altri capitoli non sono all'altezza.

Selene deve far smascherare il piano di un vampiro che vuole iniziare una guerra con i Lycans, ma per farlo deve risvegliare Erik, il vampiro centenario in letargo, grosso errore, i guai raddoppieranno e la giovane vampira scoprirà una verità più agghiacciante di quanto credeva, e soprattutto capirà la verità sulla morte della sua famiglia.
Il primo capitolo racconta questo, la storia è molto semplice, e il regista la narra molto bene sullo schermo, anche gli attori non sono male: protagonista è Kate Beckinsale che sul set diventa la compagna dell'autore del film, e in seguito sua moglie, anche il resto del cast se la cava abbastanza bene.
In altre parole abbiamo un bel primo capitolo di una saga che nel terzo millennio non scriverà la storia del cinema, ma farà il suo figurone, forse con il tempo il suo valore artistico aumenterà, ma intanto divertiamoci con questo piccolo film.
I generi per questo film sono solo due, che vanno dal fantastico all'horror, mettiamoci anche un pizzico di tensione e suspance e avete un piatto ben condito e superaccessoriato da una valanga di effetti speciali che non appesantiscono il film, anzi, ne fanno la classica ciliegina sulla torta.
Comunque, il film può piacere o meno, a me sicuramente è piaciuto.
Voto: 6 e 1/2



Commenti

  1. ma si carinissimo, fa passare quelle due orette in puro relax, anche se per me il migliore della saga resta il secondo, Underworld Evolution è davvero una figata, il primo, il terzo e il quarto, carucci

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.