Passa ai contenuti principali

Divergent

Dato l'imminente uscita cinematografica, (esce il 3 aprile) ho deciso di recensire oggi Divergent, nuovo film di Neil Burger, con Shailene Woodley, Ashley Judd, Kate Winslet, Tony Goldwyn e Theo James.
L'impressione che mi sono fatta è quella di una nuova serie - sai che novità, ormai a hollywood è una prassi dai tempi di Harry Potter - tratta dai tre romanzi di Veronica Roth, di cui questo è il primo capitolo.
La trama è molto semplice, l'umanità è divisa in 5 caste, onde a preservare la pace dopo una lunga guerra, ci sono i pacifici, che coltivano la terra, i candidi, sono sinceri, gli eruditi sono coloro che detengono la sapienza e la conoscenza, gli abnegati, sono gli altruisti e infine gli audaci, sono fieri soldati che preservano l'umanità contro gli attacchi...ma dentro tutta questa perfezione, ci sono i divergenti...chi sono?


Esattamente sono coloro che non appartengono a nessuna categoria, per questo sono pericolosi nel sistema, e di questa categoria fa parte anche Beatrice, che deve fare di tutto per non essere scoperta, la fazione prima della famiglia, questa è la regola precisa, e sembra di vivere dentro un grande fratello che elimina le differenze tra gli esseri umani, un grande fratello silenzioso ma presente, i cui capi sembrano essere gli eruditi.
Beatrice durante il test viene a conoscenza della sua situazione, e durante la cerimonia sceglie gli audaci, ma deve fare i conti con i suoi compagni per non essere scoperta, l'addestramento è durissimo, e le prove che deve affrontare vanno aldilà dell'umana concezione, deve superare i suoi limiti per poter preservare l'umanità per essere una audace.
Presto si accorgerà che qualcosa nel sistema non torna, c'è una cospirazione ardita dagli eruditi per eliminare gli abnegati, perchè danno asilo ai divergenti, che sono il loro vero obiettivo...cosa si nasconde dietro a queste azioni?
Beatrice deve celare la sua divergenza, e nello stesso tempo scoprire il perchè esiste questa cospirazione, e soprattutto perchè sono così pericolosi per il sistema, e lo scoprirà, eccome se lo scoprirà...dietro la perfezione del sistema si cela qualcosa di mostruoso che diniega le differenze tra gli esseri umani, anche se alla fine vengono sempre fuori, tutti uguali è meglio per stabilire l'ordine e la pace, e le differenze devono essere eliminate, respinte.
Basta non dico più niente, non voglio certo spoilerare, e comunque il film pur essendo tratto da un romanzo, non è affatto male.
Kate Winslet è mefistofelica, non dico altro sul personaggio, per non rovinarvi la visione del film, l'eroina è ovviamente Beatrice, e insieme a Quattro, deve combattere per sbrogliare l'intricata matassa, e menomale che lui la protegge perchè sa che lei è divergente, e la aiuta per smacherare la cospirazione.
Neil Burger dirige un film a metà strada tra il grande fratello vigile, la fantascienza e l'azione, potrebbe sembrare il classico blockbaster e in parte lo è, d'altra parte è il classico prodotto di intrattenimento fatto abbastanza bene, pur non pretendendo di essere un grande film, o un capolavoro, è piacevole a vedersi  e trattiene dall'inizio alla fine grazie a una regia fluenta e scorrevole, la bravura degli attori è la classica ciliegina sulla torta.
Senza infamia e senza lode, ma in giro c'è decisamente di peggio, quindi si può guardare benissimo.
Voto: 6 e 1/2



Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.