Passa ai contenuti principali

Alla Ricerca di Jane

Prima domanda...quando ci vuole ci vuole, questo film su MyMovies ha la votazione di 3 stelle e mezzo, io mi chiedo perchè?
Seconda domanda: Ma come può risultare coinvolgente una storiella messa lì ed è indirizzata a un pubblico femminile, in cui la protagonista a 40 anni suonati non ha ancora un partner ed è fissata con MrDarcy dei romanzi di Jane Austen?
Terza domanda: Come può un film che dovrebbe essere costruito come una commedia romantica annoiare tanto perdendosi in stucchevoli e melensi discorsetti da inizio ottocento nel terzo millennio?
Ebbene si, succede, in questa scialba rivistazione che dovrebbe essere ironica, ma non lo è affatto, di una donna che per trovare un uomo, va a fare un viaggio in un parco a tema, ma il tema del parco indovinate cos'è?
Austenland, come recita il titolo originale di questo film melenso fino alla nausea, con scene superficiali e antipatiche, trafitte di dialoghi insopportabili che farebbero infuriare persino Julia Roberts...
Insomma avete capito, questo film non mi è piaciuto.
Non mi è piaciuto principalmente perchè una quarantenne che si fissa con i romanzi di Jane Austen e che ancora non ha trovato la persona giusta perchè vuole che sia come il Mr Darcy di orgoglio e pregiudizio, è roba da adolescenti non ancora mature.
Non puoi pretendere alla tua età di trovare un MrDarcy anche nella vita, bisogna viverla seguendo il proprio cuore, questo accade dopo che l'amica glielo fa capire, ma ci vorrà parecchio sudore della fronte per farla crescere e accettare anche gli altri.
Guardando questo film, mi sono accorta di quanto la protagonista viva ancora un sogno, una favola, ALLA SUA ETA', ed è stato come assistere a uno dei film dedicati a sex and the city, solo più infantile e meno pruriginoso, ho 40 anni anche io, e in un film non voglio vedere una quarantenne sognatrice, ma una donna che ha le palle, e scusate se è poco...
Quindi un voto brutto...ma se potessi bottigliarlo lo farei volentieri...Ford mi presti le tue bottiglie?
Dimenticabile.
Voto: 3


Commenti

  1. Risposte
    1. è il film più antipatico che ho visto quest'anno, e sono una che ritiene insonnia d'amore un film carinissimo...cosa che altri trovano melensa...

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.