Passa ai contenuti principali

La libertà d'espressione...questa sconosciuta!!!

la cinefilia è condivisione, spesso nella blogosfera si incontrano dei tipi strani, talmente attaccati ai loro ideali da non capire che il mondo è molto + vasto di quello che sta intorno a loro, ecco un esempio chiaro che porta non alla conoscenza, ma all'allontanamento da autori che magari possono essere interessanti, ma che l'atteggiamento di yorik, si faccio il nome tanto è pubblica la cosa allontana la gente dal suo "disprezzo" verso la libertà d'espressione e la libertà di parola, se questo è amare il cinema è molto lontano da doverlo sottolineare





Commenti

  1. Se la Dantesca legge del contrappasso ci aspettasse dopo la morte, questo qui sarebbe costretto a guardarsi, legato ad una poltrona e con gli occhi spalancati in stile "Trattamento Ludovico", tutti i film di: Pieraccioni, Moccia, Vanzina, Neri Parenti, Ruffini, Zalone ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono daccordo con te, così comincia a distinguere la vera merda o per meglio dire la vera "mediocrità" da chi il cinema lo ha rivoluzionato e ha fatto oggetto ispirativo di molti altri autori :)

      Elimina
    2. Scusa se mi permetto, ma essendo Yorick non solo uno stimato collega blogger ma proprio un caro amico (tra l'altro un'ottima persona), mi sento in dovere di dirti due cose. Innanzitutto che seguo questa tiritera (che tu stessa stai allungando) da due giorni e sinceramente mi sembra anche giunto il momento di porre un freno, non credi? In questo modo rischi di cadere in contraddizione ancor più di quanto tu non abbia già fatto finora (e potrei riportarti parecchi esempi, non c'è nessun problema), dimostrando che in realtà non sei affatto capace di sorvolare o prendere con spirito leggero (a differenza che altri blogger dei tuoi stessi "lidi", come li definisci, fanno) quelle che tu chiami "provocazioni", oltretutto dopo che ti è stato anche suggerito di lasciar perdere. Quindi, visto che in questa pagina per ora non vedo nessun Yorick, mi pare, credo che la discussione avrebbe potuto benissimo concludersi qui: http://lafabricadeisogni.blogspot.it/2014/04/cinema-da-popcorne-allora-il-cinema-e.html.
      A questo punto mi vien da pensare che l'unico scopo di questo post sia solamente quello di attirare gente come l'individuo qui sopra, al quale mi permetterei di rispondere che la suddetta legge Dantesca potrebbe valere allo stesso modo anche per lui (pensa quale agonia doversi assorbire per l'eternità tutta la filmografia di Tarr e compagni!). Detto ciò, e ponendoti nuovamente di fronte al tuo comportamento totalmente contraddittorio, trovo azzardato, nonchè sinonimo di ignoranza e vera ristrettezza visiva, definire "merda o mediocrità" un cinema di cui fondamentalmente non conosci nulla (e non perchè non ne hai occasione - il mio blog mi pare sia un esempio - ma proprio perchè è un cinema che rifiuti a priori e nel quale eviti di addentrarti, anche solo per curiosità, ci mancherebbe). Chi è allora che resta ancorato ai propri ideali tanto "da non capire che il mondo è molto + vasto"? Concludendo, e confidando in quel briciolo di obiettività che presumo ti sia rimasta tanto da capire che Pieraccioni, Moccia e compagni non hanno di certo rivoluzionato il cinema, sarei proprio curioso di sapere chi è che lo ha fatto: chi ha rivoluzionato il cinema facendolo oggetto ispirativo di molti altri autori secondo te?...

      Elimina
    3. Ma ancora commento 'sto tizio?

      Elimina
    4. allora, certe persone sono solo da compatire, stop di certo la mia era una battuta che per te yorick è un amico lo rispetto, ma il tuo amico prima deve rispettare gli altri: Non si può pretendere di entrare in casa altrui e fare il saccente di turno, secondo io avevo già seppellito l'ascia di guerra, solo che non appena ho visto sto messaggio ho risposo io alla stessa moneta, hai ragione a dire che Moccia e compagni non hanno certo rivoluzionato il cinema, lo penso pure io, ma chi pensa che il cinema si fermi a Tarr dumont e compagnia bella, e poi va con aria supponente a provocare in altri posti con aria di superiorità, non credi che fa la stessa identica cosa? Ora, io non sono cretina che mi vedo sputtanare nella sua pagina e sto zitta, per me la storia finisce qui, chi ha problemi non sono io, se lui fosse venuto qui per un semplice scambio, non sarebbe successo niente, gli piace provocare? A me no, perciò questa è casa mia, chi vuole lo scambio è benvenuto, ma con rispetto ok?

      Elimina
    5. Merda e mediocrità? La mia era solo una battuta per canzonare ciò che per il tuo amico è merda e mediocrità non mi permetterei mai di definire merda e mediocrità ciò che non conosco, a questo punto ti suggerisco bene di leggere il suo messaggio in "risposta" di ieri e leggere bene il mio post, capirai che la cosa non è così.

      Elimina
    6. Cinema che rifiuto a priori? E chi lo dice? Qui dentro non si rifiuta a priori nessun film, fatti un giro, e troverai recensioni di Ingmar Bergman, Tarkovskij, e tanti altri...ora se questo post è per difendere il tuo amico lo posso capire, ma si denota una certa mancanza di comprensione nel sottolineare questo, chi rifiuta a priori un certo tipo di cinema, per gusto - che qua dentro a differenza del tuo amico si rispetta - non sono certo io, e non mi fermo davanti a nulla, io giro, ricerco, leggo altri blog, non entro in casa altrui a "provocare" ciò che non condivido e non conosco, e con questo ho concluso, non a caso di recente ho proprio visitato il tuo blog e sono rimasta intrigata da un corto che vorrei vedere, se questo vuol dire rifiutare un tipo di cinema allora non solo non mi consci affatto, ma cadi anche tu in contraddizzione, e scusa se lo dico.

      Elimina
    7. Comunque la mia era una battuta, perchè se c'è una persona che rifiuta a priori "un certo cinema", di sicuro non sono io, come non lo è l'amministratrice di questo blog, ma proprio Yorick, che spande merda su chiunque (persino su Kubrick) affermando, esprimendosi in un linguaggio da bolscevico, che il cinema non è intrattenimento e che il vero cinema è SOLO quello che piace a lui. Per carità, ognuno è libero di pensarla come vuole, ma certi suoi discorsi sono più fascisti (usando il suo gergo) di quelli che un tizio pelato pronunciava da un balcone 70/80 anni fa...

      Elimina
  2. Non ho capito bene cosa è successo, io sono per la libertà di espressione e di critica ma un commento come questo, oltre ad essere snob, mi sembra anche trollesco.

    RispondiElimina
  3. Ma poi, chettecontempli??? ahahahahah

    RispondiElimina
  4. Non ho seguito dall'inizio l'accaduto (ma ho visto il tuo post sul cinema "da pop corn")... non capisco il senso di andare a ingaggiare battaglie a colpi di commenti polemici su blog altrui, dato che c'è spazio per tutti a questo mondo, ma magari c'è chi ama provocare e litigare... comunque sia il mio consiglio è.. lascia perdere e passa oltre.. so che è difficile, ma su queste cose ci si fa il fegato amaro e basta!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.