Passa ai contenuti principali

Lemming - Due Volte Lei

Questo si che è un signor film, ovviamente la prima parte sembra essere un opera dell'assurdo, due giovani e amorevoli Alain e Benedict, sposini invitano a cena il capo di lui con la rispettiva moglie, Alice e Richard Pollock; ma qualcosa non quadra: la coppia arriva alla cena con uno spaventoso ritardo e succede qualcosa di bizzarro durante la cena.
Inoltre sembrano odiarsi a morte, e hanno del rancore nel cuore, sopratutto perchè il marito non fa altro che scopare in giro e non considera più la moglie, che lo vorrebbe vedere morto.
Tutto questo veleno comincia a pesare nell'equilibrio dei due sposini, fino a che Alice, che nel frattempo ci ha provato con Alain non si suicida, dopo aver avvertito la moglie e lì avviene qualcosa che va aldilà della loro comprensione, aggiungiamo pure il fatto che dei topi che non dovrebbero essere nella loro città, hanno cominciato a invadere la loro casa.

Dopo la morte di Alice, Benedict sembra aver preso la personalità della donna, è strana, distante e scostante con il marito, che nel frattempo si trova invaso dai lemming, ovvero i topi di cui accennavo prima, poi si sveglia in ospedale accudito dalla moglie, che gli dice che ha avuto un incidente, e che quello che credeva un invasione di topi in realtà non è successo.
Ma qualcosa non quadra anche, durante un escursione la moglie li parla come quando Alice ci ha provato con lui, l'uomo non sa cosa pensare, e comincia a sospettare qualcosa di losco, e infatti la pesca che va a letto proprio con il suo capo.
Ma cosa sta succedendo effettivamente?
Dominik Moll gioca sapientemente con lo spettatore, rimescola le parti, i ruoli, evitando accuratamente legami sovrannaturali, almeno apparentemente.
Ciò che sconvolge è la possessione di Alice su Benedict, per ottenere quello che vuole, ossia la morte del marito, la donna si insinua come un veleno per uccidere l'oggetto del suo odio profondo, evitando macchinazioni magiche, come se ella stessa fosse capace di fare qualsiasi cosa, d'altronde stiamo parlando di un thriller psicologico, non certo di robetta.
La scelta del cast, anche questa è particolare, la veterana Charlotte Rampling se la gioca in bravura con l'altrettanto brava Charlotte Gainsburg in un gioco di ruolo che trascende le parti, senza ovviamente confondere le acque, accentuando al massimo l'attenzione del pubblico, creando suspance e tensione ai massimi livelli.
Dominik Moll, inoltre si diverte a giocare, e lo fa molto bene, grazie a una regia presente ma costante, e nel suo essere non invasiva sta tutto il gioco, perchè lo spettatore pur non avvertendo la presenza del regista sa che lui ha in mano tutta la storia, e la segue per filo e per segno fino allo sconvolgente finale.
Film assolutamente da non perdere.
Voto: 7 e 1/2


Commenti

  1. potrei recuperarlo per charlotte gainsbourg!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è un film particolare, la gainsbourg è molto brava, e con la rampling si fondono totalmente, ma la visione ne vale assolutamente la pena :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.