Passa ai contenuti principali

Ipotesi di Complotto

Mel Gibson e Julia Roberts insieme, in un film ad alta tensione, incentrato sulle cospirazioni dei governi...
Un piatto ghiotto proprio in quegli anni 90, che hanno fatto di X-Files un serial cult in cui per la prima volta si parlava di cospirazioni governative; qui fortunatamente non ci sono gli alieni, ma gli esseri umani.
Segreti e bugie costruiti attorno a un castello di sabbia, ben chiuso con un lucchetto ad opera di orditi operatori che programmano le menti dei soldati, e se quei segreti tornano irrimediabilmente a galla?
Cosa fare per fermare i soldati programmati?
Logico, li si perseguita fino a quando non accade l'irrimediabile.
L'accoppiata di Arma Letale torna, e stavolta sono solo Richard Donner e Mel Gibson, e prendono sulla loro ala protettrice una diva come Julia Roberts, che in questo film non sfigura affatto, anzi...risulta credibile quando si potrebbe cadere nel banale.
Jerry Fletcher (Gibson), è un tassista paranoico con l'ossessione per i complotti, da giorni cerca di parlare con Alice Sutton, (Roberts) che lo crede solo un pazzo, dopo aver assistito a una sparatoria però, crede che l'uomo abbia qualcosa da dire, e comincia ad ascoltarlo, non prima di essere stato rapito da un oscuro personaggio che gli domanda di cosa ha parlato con gli altri...
Ben presto Alice  capirà di essere entrata involontariamente dentro un giro pericolso fatto di oscuri  e minacciosi segreti, e aiuterà Jerry con tutte le sue forze, cercando anche di depistare chi vuole attentare alla vita sua e di quell'uomo, accorgendosi di diversi atteggiamenti: compra sempre il libro di salinger Il Giovane Holden quasi senza capire il perchè, e ha appesi al muro di casa sua notizie di giornali, in cui c'è scritto un codice complottistico della cia...
Ma cosa nasconde tutto questo? A a che fare anche con il suo passato?
Per Alice si aprirà un varco nel suo passato che non credeva potesse esistere, e per Jerry che deve fare di tutto per salvarsi la vita, ma allo stesso tempo vuole smascherare i complottisti.
Cosa non facile da farsi.
Richard Donner costruisce una trama intricata e intrigante, capace di coinvolgere gli spettatori, e allo stesso tempo parlare di tanti segreti che avvolgono la nazione più ricca e potente del mondo...gli stati uniti d'america, avvalandosi di un cast eccezionale tra cui spicca anche Patrick Stewart nel ruolo del cattivo Jonas che rapisce Jerry.
Il succo di tutto sta nella capacità di creare una trama complessa e ben articolata, in un film di grosso budget, ma capace di tenere lo spettatore sulla sedia dall'inizio alla fine, anche accantonando i popcorn, e scusate se è poco.
Voto: 7



Commenti

  1. Un filmetto divertente e ben confezionato, certamente esagerato ma godibile. Me lo ricordo bene

    RispondiElimina
  2. gran bel thriller, con un Gibson immenso e una Julia Roberts stranamente in parte.
    Ovvio che la coppia Gibson / Donner preferisco i primi due mitici Lethal Weapon ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che io devo recupeare, prestissimo lo farò :)

      Elimina
    2. si ma recupera solo i primi due, il tre e il quattro fan pena

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.