Passa ai contenuti principali

Il Ricatto

Ok, ecco che dico la mia su questo film: Il ricatto è una vera porcata paraculata, soprattutto verso il finale del film, fin dall'inizio ha delle potenzialità pazzesche, abbiamo due attori straordinari come protagonisti: Elijah Wood come protagonista nel ruolo di Tom Selznick, giovane promessa della musica classica che torna sulle scene su insistenza della moglie.
Abbiamo anche uno psicopatico che lo mette sotto tiro per tutta la durata del concerto, se sbaglia una nota MUORE! E chi lo interpreta lo psicopatico? John Cusack che dopo Il Cacciatore di Donne ha preso gusto a interpretare ruoli negativi.

Il film scorre che è un piacere, e ti inchioda alla poltrona. Man mano che il tempo passa capisci di stare assistendo a un opera che vale la pena vedere, ma che sul più bello, quando deve esserci una risoluzione del caso, si sgonfia come un sufflè uscito dal forno troppo in fretta.
Si, avete capito bene, questo film che è un ottimo thriller che ricorda alla lontana il cinema di hitchcock, ha delle potenzialità pazzesche che non riesce a sviluppare in pieno.
Ma che paura ha il regista, vai avanti con la storia, trova una soluzione accattivante, alla fine non sa davvero che direzione prendere e tocca la banalità più profonda e insensata, ma perchè?
Rovinare un così bel film è sinonimo di dilettanti, nelle mani di un De Palma, questo film sarebbe stato azzeccatissimo e intrigante, Mira invece tenta la strada più banale ma non è credibile, è come se lui avesse giocato una grande partita a scacchi, ma al momento di fare scacco matto sbaglia mossa e si perde davvero in un bicchiere d'acqua.
Tutto fumo e niente arrosto quindi, per un film che poteva essere un grandissimo film ma che sprofonda nella banalità invece di decollare con un astuto finale che lasciava sbalorditi gli spettatori.
Peccato, nonostante i buoni propositi e le interpretazioni eccellenti degli attori, stilisticamente è davvero intrigante, ma bisogna badare sia alla forma del soggetto che ai contenuti...
con questo il film risulta senza infamia e senza lode, ma poteva essere di più...molto di più.
Voto: 6 e 1/2


Commenti

  1. se non altro gli hai dato la sufficenza e ne parli tuttosommato benino, ero convinto di essere l'unico che aveva apprezzato questo bel thrillerozzo, secondo me merita più della sufficenza, la regia è ottima, il cast davvero in parte, poi certo non rimarrà nella storia del cinema giallo, ma cmq a mio avviso questo "ricatto" è decisamente un buon film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un buon film che poteva essere un capolavoro, le potenzialità ce le aveva, ma il regista alla fine si è trovato indeciso su quale finale far vedere, e ha fatto un pasticcio che ha decisamente calato il livello del film...peccato :(

      Elimina
  2. no, dai...sei stata troppo generosa ...io da me l'ho fatto veramente a la julienne, mi ha irritato parecchio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, va bene così dai in giro c'è di peggio ;) dopo verrò a leggere il tuo parere ^_^

      Elimina
  3. Anche io l'ho seguito con piacere ma alla fine è stato banale e tutto campato in aria.. forse per questo è così breve.
    Poteva essere qualcosa di molto interessante se fosse stato fatto nel modo giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si decisamente, proprio nel momento della risoluzione non è capace di dare una risposta e così ti chiedi, ma perchè gli puntava un fucile minacciandolo di morte se sbagliava? Bohhhh

      Elimina
  4. un filmetto!
    voto fin troppo generoso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no dai, non ci credo, in giro c'è decisamente di peggio, e poi questo non è male, ma poteva essere molto di più di quello che in realtà è...aaah se dietro la macchina da presa ci fosse stato De Palma...

      Elimina
  5. Il finale rovina un pò tutto anche per me, io sono per un punto in meno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si, il finale rovina tutto peccato :(

      Elimina
  6. Sei stata persino più buona di me. Film dimenticabilissimo che verrà presto dimenticato. Peccato, l'idea era intrigante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si l'idea era molto intrigante, peccato che alla fine il regista non ha saputo dare una degna conclusione a un film che aveva infinite potenzialità :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…