Passa ai contenuti principali

Pleasantville

Sull'onda del successo di The Truman Show, ecco un altro film che critica la tv edulcorata e che è molto lontana dalla realtà, e soprattutto dalla vita.
Opera d'esordio di Gary Ross, talmente incredibile nella sua spontanea sincerità da rasentare qualcosa di spudoratamente unico, esattamente come il suo film.
Innanzitutto dobbiamo precisare che questo film è stato ritoccato digitalmente onde permettere l'entrata del colore nella grigia vita della serie tv...
Ma, la cosa rivoluzionaria, sta nel fatto che il film, pur essendo stato girato interamente a colori, è ritoccato al computer fotogramma per fotogramma per trasformare dal colore al bianco e nero, e questo ha permesso al colore di vivere letteralmente sullo schermo.
Questo di per se è rivoluzionario, ma la cosa ancora più incredibile, è la trama.
Ambientata nella solare e sorridente cittadina di Pleasantville, dove i vigili del fuoco vengono chiamati solamente per prendere i gattini sugli alberi, e la vita è fasullamente piacevole, non cade mai una goccia d'acqua e c'è sempre il sole.


Una vita inoltre fatta di "sani valori familiari", dove non c'è sesso e tutti sono felici e sorridenti.
Una vita fasulla insomma, che due adolescenti cambiano e letteralmente rivoluzionano, una volta catapultati da un tecnico bizzarro, in quello strano mondo.
E così nella innocente cittadina di Pleasantville, comincia ad arrivare la vita vera, fatta di passioni, di pomiciate, di baci selvaggi, e di scopate, ma soprattutto fatta di libri letti, che piano piano, allontanano dal grigiore della vita assolata e "tranquilla" della allegra cittadina.
Una rivoluzione colorata, che cambierà drasticamente, la cittadina e i suoi abitanti, la mamma scopre il sesso, grazie alla masturbazione nella vasca da bagno, avrà il suo primo orgasmo, e l'albero si incendia, le donne scoprono l'indipendenza dai mariti, che sono costretti a cucinarsi i pasti, mentre loro escono di casa, insomma, l'inizio della realtà nel mondo fasullo e costruito della tv, in sostanza è questa la trama del film; dove l'amore entra con forza stravolgendo una trama costruita da una sceneggiatura incentrata sulla fantasia.
Un film imperdibile appunto perchè è capace di parlare veramente di come la tv edulcolora la realtà, e fa vivere alla gente un passato che non è mai esistito...
Un ottimo esordio alla regia, di un brillante e talentuoso regista, speriamo che torni presto con un altra magica pellicola.
Voto: 8





Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.