martedì 7 luglio 2015

Lola Corre

Oookay, nuovo film per oggi, direttamente dalla germania ecco un dramaction che si svolge con tre punti di vista, in cui lo spettatore si confronta con tre punti di vista sulla consegna di alcuni soldi al fidanzato di Lola che li ha persi nel treno per colpa di un furto.

Allora, parlando così di fatto è un film abbastanza furbo, che gioca facendo il verso a Sliding Doors, film con Gwyneth Paltrow in cui nella narrazione esiste un se tal dei tali ha fatto questo, se ha preso o no la metro e via dicendo, costruendo una narrazione al cardiopalma che invita lo spettatore a incollarsi nella poltrona, il che è tutto un programma.
Da un altro lato però vedere il ripetersi la  narrazione per tre volte suona un po' palloso, ma sotto sotto non lo è. Fermo restando che il film non è un capolavoro e non lo sarà mai, anche se suona abbastanza curioso il conoscere le diverse scelte della protagonista che la portano a risolvere il problema con il suo fidanzato.
Alla fine ci troviamo di fronte a una pellicola furba, che strizza l'occhio allo spettatore con una narrazione insolita e sfuggente. Brava Franka Potente, che praticamente è in primo piano per tutto il film o quasi.

Il film mi è piaciuto, soprattutto perchè oltre a tenerti incollato alla poltrona è capace di narrare in maniera fluida tutti gli errori della protagonista, facendo il rewind quando si accorge degli errori per evitarli e cercare di risolvere il problema.
Una narrazione un po' ripetitiva me ne rendo conto, ma che non rallenta il ritmo, anche se come cortometraggio secondo me avrebbe funzionato di più, ma ovviamente è solo un mio parere.
In conclusione, vedetevelo, poi ditemi se vi è piaciuto o meno.
Voto: 7


Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...