Passa ai contenuti principali

The Internet's Own Boy - The Story of Aaron Swartz

Per questo film devo ringraziare l'amico Caden Cotard del blog Il Buio In Sala per avere segnalato questo documentario che racconta l'oddissea giudiziaria di una delle menti più brillanti e geniali che hanno lottato per lasciare che internet sia libera a tutti...pagando dolorose conseguenze.

Milioni di notizie libere controllate da poche società che le usano solo a scopo di lucro e protetti da una legge fatta passare a causa di un film...War Games.
Chiunque sano di mente scoppierà in una crassa risata e dirà, ma no, non  è possibile, e invece SI è possibile, soprattutto se siamo nella nazione delle opportunità quale è l'america.
Una legge talmente stupida, che chiunque sano di cervello la violerebbe.
Aaron Swartz invece ci ha lasciato la pelle.
Fatto entrare dall'FBI in una causa legale molto  più grande di lui, solo per aver scaricato materiale protetto da "copyright", che poi non è altro un modo di controllare le informazioni e il sapere per limitarlo solo a chi sgancia soldi, cosa credete che sia il copyright se non una questione di soldi?
E' tutto collegato al denaro, Aaron Swartz invece ha capito che questi controlli limitavano il sapere che doveva essere accessibile a tutti, ha messo queste stesse informazioni in vari siti gratuiti in modo che le persone che li visitavano potevano conoscere e sapere.
Ma si sa, che il sapere rende le persone capaci di ragionare, e allora limitiamolo soltanto a chi paga profumatamente, in modo da controllare gli altri fessi che non possono pagare di tasca propria.
Attenzione, parlo di informazioni, non di download di film illegale (Anche qui però ci sarebbe una parentesi da aprire ma lascio perdere.) e pensare che questa storia così assurda è successa vero.
Pensare che Aaron Swartz, ha scoperto il vaccino per una malattia, e anni dopo dei ricercatori hanno usato questa informazione per salvare vite umane, e intanto chi cerca di fare sapere alla gente gratuitamente le cose che in molti vogliono invece che si paga, si fa di tutto per eliminarlo.
Questa è democrazia? Decisamente NO.
Un documentario tutto da vedere, per sottolineare l'importanza del sapere e la speculazione di poche lobby, che invece vogliono solo guadagnare.
Il documentario è montato anche con filmini familiari in cui si parla di Aaron come una specie di genio, inventore dei feed, e di tante altre cose. Guardatelo perchè ne vale davvero la pena.
Voto: 8


Commenti

  1. Grazie per la citazione ;)
    Eh sì, un ragazzo che avrebbe potuto aiutare l'umanità e inveche proprio da quell'umanità è rimasto ucciso.
    L'unica cosa che ne rimane sono tutte i suoi straordinari lavori e scoperte.
    Concordo su tutto

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.