Passa ai contenuti principali

Più buio di Mezzanotte

Questo film è da vedere, un piccolo capolavoro passato in sordina  che merita ampiamente una visione da parte del pubblico, in barba a tutti i filmacci delle commedie all'italiana che ormai della gloria di quelle commedie hanno solo il sapore stantio di un panettone ammuffito, in barba a tutti i pregiudizi della chiesa cattolica, sempre presente e opprimente quasi come fosse un cancro che ci è entrato nelle ossa e che forsennatamente ci inculca le stesse paraculate di cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Ok, scusate lo sfogo, ora parlo del film.
Ispirato all'adolescenza del transessuale Fuxia, il film racconta la storia di Davide, un adolescente siciliano, che nella catania degli anni ottanta deve nascondere le sue inclinazioni gay, anche perchè vivendo in una famiglia siciliana di quelle che hanno una ristrettezza mentale, tanto che devono fargli le iniezioni ormonali per farlo tornare "normale" messo tra virgolette.

Da questa realtà Davide scappa e si rifugia a Villa Bellini il quartiere degli emarginati della città, e lì grazie ad alcuni amici come La Rettore, entra a far parte di una vera famiglia, che lo accolgono e lo accettano per quello che è, senza alcun pregiudizio.
Ma un giorno il passato irrompe nel presente e Davide, che ormai è entrato a pieno titolo come membro di una famiglia allargata, deve fare i conti con una realtà in cui si ritroverà solo, senza via d'uscita.

Questo film dovrebbe essere proiettato nelle scuole, nei teatri, dappertutto, bisogna educare i propri figli alla tolleranza e alla comprensione, bisogna dire basta, smettetela di voltare la faccia e insabbiare il problema (che poi problema non è, sono gli altri che lo reputano tale), smettetela di fare coming out come se questo fosse una cosa giusta, no, non lo è e lo sapete perchè? Perchè vi etichetta. Una volta etichettati nel mondo che non accetta i gay ovviamente si può vivere liberamente, e sapete perchè è ingiusto il coming out? Perchè un etero non fa coming out e dice faccio coming out sono etero, no, non lo fa, perchè è ritenuta una cosa normale, e allora riteniamo normale anche l'omosessualità una volta per tutte, cominciamo a cambiare prima noi, uscite fuori anche senza fare il coming out, perchè dovete capire che è una cosa normale, amare è la cosa più normale e umana che ci sia al mondo la cosa più bella, si in un certo senso il coming out aiuta chi è gay a vivere alla luce del sole, ma sinceramente parlando perchè etichettare un gay per farlo vivere alla luce del sole quando non ce ne è bisogno?
In questo caso il coming out verrà fatto automaticamente e la società bacchettona che non accetta i gay e pretende che vivano all'ombra se non fanno coming out non li accetta.
Fate vedere questo film ai vostri padri, ai vostri nonni, ai vostri amici, sensibilizzare l'opinione pubblica in modo che la gente apra gli occhi su una realtà diversa, essere gay non è una malattia, non è una cosa di cui bisogna vergognarsi, si nasce gay, non si diventa, non è una scelta nè una moda, ma solo un orientamento sessuale, lo stesso per i trans, si nasce con un corpo in cui non sentite vostro, perchè dovete soffrire imprigionati quando potete essere voi stessi?
Dunque cari amici, è arrivato il momento di smettere di credere ai libri in cui c'è un serpente parlante e una coppia che mangia una mela facendo peccato, per poi nascere con questo peccato (non commesso ovviamente) per poi avere il battesimo come arma di ricatto, dalla stessa chiesa che non tollera i gay ritenendoli promisqui ma dietro ne combina di cotte e di crude, mi avete capito come la penso sulla chiesa vero?
Il regista fa un film capace di farti venire la pelle d'oca per le forti emozioni che ti suscita, un opera lancinante che non può non lasciare indifferenti.
Bravissimo il bambino protagonista che dimostra un talento non comune a tanti attori, la storia colpisce nel segno e ti entra nel cuore...
Avrete capito come la penso riguardo l'omosessualità non è vero? Ho moltissimi amici gay per questo stasera ho voluto dare sfogo al mio pensiero per invitare la visione di questo film e sensibilizzare i miei lettori a riguardo.
Il film è ovviamente promosso in pieno.
Voto: 9


Commenti

  1. Condivido le tue opinioni sugli attori e sul film in generale come intento, ma la realizzazione è pessima: luci a caso, fotografia penosa (non giri un film quasi esclusivamente di notte in esterno se non hai i mezzi per farlo), e in più la realtà che racconta non è così reale...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…