Passa ai contenuti principali

The Thieves

Caro amico Bradipo,
Qualcuno dovrebbe darti dei meritatissimi premi per le tue recensioni, primo perchè recensisci film che spesso e volentieri stuzzicano la mia curiosità e me ne hai fatti conoscere tanti tu di film, che ho visto e recensito anche su questo blog, poi perchè sei capace di parlare di film in maniera fluida e concisa tanto da invogliare chi ti legge alla visione.
Continuerò a venire nel tuo blog e scoprire tante altre chicche, te lo prometto.
Ora cominciamo la recensione vera e propria.

Film coreano girato alla maniera americana come se fosse Ocean's Eleven.
Alla regia però non c'è Steven Soderbergh ma il regista Choi Dong Hoon, è un film d'azione con una squadra di ladri che deve fare un colpo e gliene capitano di tutti i colori.
Girato abbastanza bene da fare divertire gli spettatori, d'altro canto gli orientali il cinema ce l'hanno nel sangue, e ne fanno di capolavori.
Anche se questo film non scherza affatto pur presentando qualche difettuccio ma tutto sommato si può facilmente vedere perchè riesce a intrattenere gli spettatori incollandoli alla poltrona, e scusate se è poco.
Azione, divertimento, ironia, e continui colpi di scena dimostrano che i coreani sanno fare cinema, forse anche meglio degli americani di cui questo film è un affettuosa canzonatura.
Ma con tutti gli scopiazzamenti che gli americani fanno agli orientali fargli il verso girando film alla loro maniera è una cosa dovuta, dopotutto si tratta sempre di cinema.
Nonostante ciò il film mi ha divertita e non poco, il che è giù qualcosa di elettrizzante, sono sicura che se scegliete di vederlo capirete di cosa sto parlando.
Il mio consiglio è godetevi questo film, senza estremismi e furbe resistenze che sono futili motivi di fare la guerra a qualcosa che non si può battere da un giorno o l'altro.
Comunque sia Guardatevelo.
Voto: 6 e 1/2


Commenti

  1. grazie Arwenuccia, mi fai arrossire, mi fa grandissimo piacere ricevere questi attestati di stima e mi spinge a cercare di migliorarmi sempre di più, fino a che invoglierò anche una sola persona a vedere un film di cui ho parlato, ebbene sarò felice.
    E grazie ancora dei bellissimi complimenti che mi hai fatto! sul film vedo che la pensiamo alla stessa maniera, film coreano che vuol fare l'americano...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.