Passa ai contenuti principali

Lo hobbit - La battaglia delle 5 Armate

Terzo e ultimo capitolo de Lo Hobbit che vede il nostro Bilbo alle prese con la protezione dell'oro dei nani dopo la sconfitta di Smaug.
Un capitolo che conclude onestamente una saga, per poi cominciare laddove inizia la trilogia dell'anello.
Senza dubbio dobbiamo riconoscere che la trilogia de Lo Hobbit si differenzia dalla saga ormai entrata nel mito de Il signore degli anelli.



Nonostante tutto Peter Jackson chiude degnamente Lo Hobbit con un terzo capitolo ancora migliore dei primi due, che, senza nulla togliere alla trilogia dell'anello è e resta un prequel da avere soprattutto se amate la saga di Frodo, se non l'amate o avete amato solo Il signore degli anelli il consiglio sarebbe di vederla senza troppe aspettative.
Certo alla regia abbiamo quel genio di Peter Jackson, capace di fare magie quando gira un film, e le spettacolari scene di battaglie di questo film ne sono l'esempio.
Tuttavia bisogna riconoscere che la saga de Lo Hobbit per qualità si allontana dalla trilogia dell'anello.
Ma, come spesso accade, sarà il tempo a riconoscere questo, e per quanto mi riguarda questo è solo il mio parere, e un parere non è certo verità assoluta, magari tra qualche anno verrà riconosciuto come un capolavoro degno della trilogia di Frodo, o anche migliore chi lo sa?
Il tempo è quello che nasconde il vero senso di un opera cinematografica, e la fa diventare un culto amato da moltissime persone.
Questo film merita davvero una visione, e anche di essere collezionato, perchè per quanto se ne può parlare Peter Jackson è e rimane un grandissimo regista, c'è poco da fare.
Il terzo episodio Lo Hobbit ha le più spettacolari e coinvolgenti scene di battaglia dell'intera trilogia, un gradino più in basso rispetto alla trilogia dell'anello, ma quella è tutta un altra storia, per quanto mi riguarda da avere e guardare  e riguardare assolutamente infinite volte...Io lo rifarò senza alcun dubbio, un po' perchè mi piace Peter Jackson, poi perchè il mondo di Tolkien con i suoi nani, gli elfi e via dicendo mi ha conquistata dalla trilogia dell'anello...più di così almeno per me posso considerarmi pienamente soddisfatta, anche se siamo lontani dal capolavoro assoluto voglio premiare questo film.
Voto: 7 e 1/2


Commenti

  1. Sei stata fin troppo buona, secondo me è il peggiore di tutti, forse il peggiore di Pietro Di Giacomo.... peccato. Cheers!

    RispondiElimina
  2. Per me davvero orribile. Dalle miei parti si è beccato una stella e mezzo,

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.