Passa ai contenuti principali

Boy7

Seconda recensione oggi, direttamente dall'olanda ecco un super film, ambientato in un futuro dispotico è la storia di un ragazzo che si sveglia apparentemente senza identità, non ricorda chi è; la sua unica ancora di salvezza è una ragazza di nome Sam che lo aiuterà a ricostruire la sua identità.

Ecco un altro film che dovete segnarvi.
No, tranquilli non è il classico young adult all'americana; è un film personalissimo pur non essendo del tutto originale nella forma ma dai contenuti particolarmente intriganti.
Credete che finisce qui?
Assolutamente no.
Vi consiglio di segnarvi questo film per il semplice motivo che prima di tutto è un opera a se stante, poi abbiamo due protagonisti che lasciano il segno decisamente, infine la produzione europea promette decisamente bene.
Non è il classico blockbuster americano, è di più molto di più.
Ma a parte questi motivi il film mi ha convinta perchè ha superato le mie aspettative: mi aspettavo il classico film per ragazzi tutto effetti speciali, rocambolesco e fracassone, invece si è rivelato sorprendente nell'indagare tutte le possibili ambiguità del mondo in cui viviamo; il che decisamente lo rende particolarmente interessante.
Tutto non è sempre come sembra direbbe un grande regista che presto tornerà in tv.
Nella società dove tutto è costruito a uso e consumo di una entità superiore che governa con piglio dittatoriale gli umani, abbiamo due adolescenti che devono scoprire la verità e sbrogliare l'intricata matassa.
Vi sembra un impresa quasi impossibile? Forse, ma è questo quello che succede nel film, che il regista dirige in maniera intelligente cercando di approfondire anche i sentimenti dei protagonisti, come paura, amore, angosce e via dicendo.
Un opera decisamente sopra la media.
Voto: 7


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.