Passa ai contenuti principali

L'arco

E torna anche il grande Kim Ki-Duk, con questa opera suggestiva che lascia senza fiato.
Un film decisamente intenso e profondo, dove i due protagonisti: Un uomo anziano e una ragazza più giovane sono promessi sposi e viaggiano in una barca.
Ma qualcosa va storto: la ragazza incontra un giovane di cui si innamora, e l'anziano si vede minacciato da questo strano triangolo che minaccia la sua unione con la ragazza.

Questo è forse il miglior film di Kim Ki-Duk, innanzitutto perchè c'è dentro tutta l'anima di un autore che sa come raccontare una storia mettendo dentro tutte le emozioni umane.
Poi perchè ci sono dentro tutte le tematiche del suo cinema: l'amore, la gelosia, la vendetta e vengono portate allo stremo.
La protagonista della storia è forse la più forte delle donne che ha raccontato nel suo cinema. Non parla, non ne ha bisogno ma la sua forza interiore trascende attraverso le sue azioni e i suoi sentimenti.
Persino il suo anziano promesso sposo esprime con i gesti i suoi sentimenti.
Il film potrebbe risultare pesante per chi non è abituato a un certo tipo di cinema, non è certamente un film per tutti, ma solo per quelli che sanno apprezzare opere più intense, ricercate e impegnative.
Tengo a precisare che è uno di quei film che ti entrano nel cuore e non ne escono più.
Specifico che il finale ha un che di mistico e rivendicativo nei confronti dell'uomo anziano, solo che non ve lo rivelo per non spoilerare perchè è un colpo di scena che sorprende lo spettatore.
In poche parole: Un gran film.
Se amate il cinema orientale ve lo consiglio.
Sapete che amo il cinema orientale, e che spesso e volentieri è stato protagonista qui alla fabbrica negli anni precedenti, lo sarà senza dubbio quest'anno e in futuro.
L'arco è uno di quei film che sinceramente meriterebbe di entrare nelle liste dei film della vita di ognuno di noi, semplicemente perchè riesce ad esprimere un sacco di sentimenti ed emozioni che una volta sentiti non le dimentichi più.
Ma oltre questo è un capolavoro, c'è poco da fare.
Cos'altro dire se non buona visione?
Voto: 9


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.