Passa ai contenuti principali

Rocky III

E continua la saga di Rocky.
Nella terza puntata lui e Apollo Creed diventano amici, cercando di appianare le divergenze scaturite dai loro incontri sul ring: motivo? Rocky è stato sfidato da un altro campione disposto a prenderne il posto, ma questi è ormai un pugile arrugginito che ha deciso di ritirarsi...riuscirà Apollo a convincerlo a tornare sul ring?
Un terzo capitolo piuttosto ben impostato direi, qui Sly Stallone decide di approfondire il mondo di Rocky lasciando che lo spettatore viva con il cuore i suoi sentimenti verso sua moglie, la difficile convivenza anche con il cognato, il rapporto complesso con l'allenatore e via dicendo.
Per ultimo c'è Apollo che decide nonostante le insistenze di Rocky di convincerlo a battersi, l'impresa si rivelerà assai difficile perchè egli non è più motivato, e ha perso l'entusiasmo verso la boxe.
Tutto questo è a causa del suo allenatore, che non gli ha messo dei buoni avversari affinchè il titolo di campione del mondo dei pesi massimi restasse a lui, e fino al giorno in cui avesse deciso di ritirarsi.
In un primo momento prende come un gioco la lotta con Clubber Lang in cui viene pesantemente sconfitto la sera stessa che il suo vecchio allenatore muore.
Questa è la motivazione vera e propria che ha fatto decidere il suo ritiro, fino al giorno in cui Apollo Creed gli ridona l'entusiasmo di una volta facendogli conoscere tutti i suoi segreti di lotta, e allora se in un primo momento Rocky non era in forma ed è stato sconfitto, al secondo incontro invece si dimostra un professionista, pronto, scattante e in formissima...riuscirà a difendere il suo titolo?
Che vi devo dire mi è piaciuto!!
Per chi come me - e non mi stanco mai di ripeterlo - è cresciuto nei mitici anni ottanta, il franchise di Rocky è stato mitico, anche perchè diciamocelo: Rocky è un personaggio in cui un po' tutti, chi più e chi meno si sono riconosciuti.
Vedere un film del genere a distanza di anni mette un po' di positiva malinconia, che rispecchia i ricordi di quando da piccoli ci sedevamo tutti e guardavamo questa mitica saga, che è un po' la metafora di chi si è fatto da solo, di chi un po' si è fatto il culo lottando per arrivare al top.
Da donna è bello recensire film del genere, perchè così dimostro di non aver paura a guardarli ed esprimere un parere con sguardo prettamente femminile, il che non è roba da poco.
Daje fasemoci du spaghi con rocky su...è pronta la birra con le patatine? No? Allora compratela oppure preferite gli spaghetti? Fa lo stesso...l'importante è fare il tifo per l'unico, inimitabile, imbattibile Rocky!!!
Voto: 7



Commenti

  1. Non è tra i miei preferiti, ma l'ho rivalutato, Clubber Lang / Mr. T è un gran avversario ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. Fantastica saga, una delle mie preferite...sono quasi trent'anni che vedo e rivedo Rocky ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…