Passa ai contenuti principali

Californication Stagione 2

Si lo so, non recensisco sempre le serie tv e me ne rammarico.
Ma, niente paura, a cominciare da questa settimana ci saranno diverse recensioni di serie tv, di solito ho deciso di farle il mercoledì, ma può capitare che appaiono anche altri giorni della settimana.
Siccome ho appena terminato di vedere la terza stagione di The Walking Dead - la cui recensione apparirà mercoledì prossimo - ho pensato bene di cominciare a scaldare il ferro con la seconda stagione di Californication terminata proprio mentre stavo scrivendo il mio romanzo.
La seconda stagione di Californication mi ha colta di sorpresa: innanzitutto abbiamo un Hank Moody diciamo più maturo, finalmente si è riconciliato con l'amata Karen e vivono insieme con la figlioletta Becca.
A parte le rocambolesche avventure sempre incredibilmente irresistibili ed esilaranti con l'amico editore che praticamente si tromba mezzo mondo, arrivando persino a produrre e a girare un film porno, Hank Moody questa volta si trova immischiato in una possibile "gravidanza" di una sua ex...
Questo fa si che l'idilliaco rapporto con l'amata Karen entri in crisi e lei cominci a pensare  a se stessa, e a ciò che vuole fare.
Nonostante tutto Hank, cerca sempre di riprendersela con se, e casinista che non è altro ricomincia la carrellata di avventure e scopate occasionali con donne conosciute da pochissimo tempo.
Si tromba persino la madre del fidanzato di Becca, e qui anche altra crisi, per poi finire in un rapporto con una vecchia rockstar ancora più casinista di lui.
Vogliamo parlare di quella trombata che accade con Karen e viene preso per maniaco sessuale?
No è meglio, insomma avete capito, ci si piscia sotto dalle risate, almeno per me è stato così, ciò che vi consiglio è di continuare a guardarlo perchè è davvero esilarante questa serie tv.
Ringrazio l'amico Ford per averla recensita nel suo mitico Saloon facendomela conoscere.
Alla fine Karen e Hank torneranno insieme? Riusciranno a riconciliarsi un altra volta? E Becca perdonerà suo padre per quella scappatella con la mamma del suo fidanzato?
Ragazzi vi dico soltanto una cosa: GUARDATEVELO!!!
Voto: 7 e 1/2


Commenti

  1. La seconda stagione mi piacque tantissimo, peccato che in seguito si sia un tantino sputtanato...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.