Passa ai contenuti principali

Glee Stagione 4

Siete tutti pronti per Glee? SI? Bene, sapete che questo telefilm sia ormai diventato un cult in casa Lynch...oddio, sto parlando come l'amico Ford, di solito dico dalle mie parti...ma vabè, usare il mio nome di battaglia per descrivere quanto voglio bene alla banda di "sfigati" diretti dal professor Will Shuster con il suo ormai mitico Glee Club, che stagione dopo stagione è diventato uno dei protagonisti nel mio lettore.
Siccome avevo da tempo terminato di vederla, ma mancava un episodio perchè come al solito certi file si vedono su pc... ne ho approfittato del fatto che ormai i telefilm li recensirò una volta o due a settimana per finirlo...e allora eccomi qua.
Allora, la quarta stagione è piuttosto buonista diciamo, manca l'appeal della mitica rivale di Will, quella Sue Sylvester che mi aveva tanto divertita nelle precedenti stagioni, e come antagonista, era irresistibile.
Comunque sia non mancano i momenti brillanti della serie, che non smette mai di  divertire.
In questa stagione i vecchi ragazzi del Glee vanno al college, mentre le nuove direzioni cambiano alcuni protagonisti, al liceo McGinley di Lima Ohio la voglia di cantare e ballare aumenta ancora di più.
E cosa succede ai ragazzi che ormai sono al college?
Rachel è a New York, e deve fare i conti con una severissima insegnante di ballo, che in confronto al professor Shuster sembra il sergente dei marines di Full Metal Jacket, ma che poi rivelerà il suo lato umano.
Per Rachel e Kurt, che vivono da coinquilini, le occasioni per esprimere il loro talento non mancheranno, come anche per Santana e tutti coloro che hanno lasciato il McGinley.
Ci sarà l'occasione di ritornare a salutare il professor Shuster? Hehehe...certo che si.
Comunque sia questa quarta stagione è tutta concentrata sulla musica, e soprattutto i sogni e le aspirazioni dei nostri protagonisti, sempre intenti a dare il meglio di loro, anche se devono fare i conti con i problemi di cuore che non mancano mai.
Rachel e Finn devono vedersela con una piccola crisi, e nuovi amori all'orizzonte che causeranno per Rachel una piccola delusione.
Insomma a questa stagione manca l'appeal che aveva reso unica questa serie tv intrigante, manca l'ingrediente fondamentale, ovvero i duelli con Sue Sylvester...quelli mettevano parecchio pepe alla serie tv rendendola esilarante.
Nonostante tutto adoro la musica, e perciò pur avendo avuto una mezza delusione per la saccarina in eccesso di questa serie, non me la sento di bocciarla, almeno non del tutto.
Voto: 6



Commenti

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.