Passa ai contenuti principali

Kristy

Messaggio per i bulletti, o meglio per le gangs: non sottovalutate mai le vostre vittime.
Questo film sembra proprio sottolineare questo fatto, essendo un thriller di quelli ben girati e sorprendenti.
Il regista ci mostra senza particolari fronzoli un personaggio che tira fuori le palle, quando si accorge che non può scappare dalla situazione in cui si trova.



Justine dovrà fare i conti con Kristy, è anche il titolo del film: una spietata gang di ragazzi che l'hanno presa di mira e vogliono spaventarla, per ucciderla? Per metterle il pepe al deretano? Di questo il regista fa in modo che sia lo spettatore a immaginare le motivazioni che spingono questa gang di schizzati a terrorizzare la protagonista, facendo in modo che si facciano una interpretazione personale di quello che le sta accadendo.
Il mondo non gira mai come una persona stabilisce, e anche quel giorno, che sarebbe il cosidetto thanksgiving americano, lei non va a trovare la sua famiglia per festeggiare e decide di rimanere a scuola.
Brutta idea, soprattutto quando si trova una ragazza che subito la minaccia.
Il regista è abile anche nel saper giocare con le aspettative del pubblico, gira le carte a suo piacimento e questo molte volte manda in confusione, ma gioca bene.
E per tutto il tempo capisci l'abilità manipolatrice di questa gang di matti persecutori che non lasciano scampo a Justine finchè lei non tira fuori le palle e si rende conto che deve affrontare il nemico piuttosto che scappare, e saranno cazzi amari.
Si perchè Justine dimostrerà di avere una spina dorsale che i malcapitati persecutori non immaginavano, e farà di tutto per farli smettere, e quando dico di tutto dovete credermi, perchè non avrà limiti sia perchè li vuole smascherare, sia per farli smettere.
Un bel thriller col fiato sospeso, capace di catturarti e non mollarti più, e sono pochi al giorno d'oggi i film di questo genere che riescono a sorprenderti.
Possiamo dire un thriller con le palle!!! E non sarebbe un eufemismo, anzi, è un complimento.
Questo è poco ma sicuro.
Buona visione.
Voto: 7 e 1/2


Commenti

  1. Non è originalissimo, ma è diretto e recitato molto bene, la penso come te ;-) Cheers!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.