Passa ai contenuti principali

Twin Peaks Stagione 1

Considerando che...
Trovo assurdo lo spauracchio per lo spoiler verso la nuova stagione, di cui pagine e gruppi su facebook hanno messo regole ferree in proposito.
Fermo restando che, quando recensisco anche io non spoilero mai, è la mia politica e intendo seguirla a costo di restare antipatica, oggi faccio qualcosa che avrei dovuto fare sin da quando ho aperto il blog, ovvero recensire quella serie tv che ha fatto da svolta per la mia passione cinematografica, voi direte ma che centra il cinema con Twin Peaks, centra perchè mi ha fatto conoscere quel genio che risponde al nome di David Lynch.
Che ci crediate o no, io ho sempre visto Twin Peaks come un universo a se stante, in molti si sono fermati solo sull'omicidio di Laura Palmer, ma se mi ascoltate e mi seguite magari capirete con le mie recensioni di oggi e domani - dopodomani recensirò i primi quattro episodi della nuova stagione xD in barba allo spoiler.
Allora Twin Peaks si presenta da subito come un indagine anomala, in cui per scoprire l'assassino ci troveremo davanti a forze sovrannaturali che svolgono un ruolo misterioso e soprattutto metafisico sulla cittadina.
L'omicidio di Laura Palmer non è un regolare omicidio in cui si deve scoprire il colpevole, dietro ci sono meccanismi che vanno aldilà della semplice comprensione umana, lo si capisce sin dai sogni dell'agente Cooper, che si vede dentro una stanza rossa con un nano che praticamente tramite codici gli rivela importanti dettagli sull'identità dell'assassino, ma Cooper lo dimentica, seguiranno indagini alternative col metodo tibetano fatte da cooper inizialmente gettando i sassi per cominciare a darsi un idea su come muoversi, in seguito grazie alle rivelazioni degli spiriti della loggia nera, un luogo misterioso di Twin Peaks, che in seguito alla seconda stagione cominceremo a capire di che si tratta, non vi anticipo nulla se non avete visto la serie per non rovinarvi la visione, dico soltanto che Twin Peaks, allora, era molto avanti rispetto allo standard delle serie tv, una roba che oggi direste ai confini della realtà, ma che certamente ha gettato le basi per le serie tv future.
La prima stagione si presenta ricca di mistero e inquietudine, ci sono elementi che letteralmente ti incollano alla poltrona.
Vi sembra strano? No, è un opera di David Lynch - e vedrete quello che succederà nella terza stagione, di cui parlerò appunto dopodomani, non vi anticipo nulla perchè se non avete visto non potete capire nulla, soprattutto se non conoscete Lynch come regista e le sue tematiche.
La prima stagione segue l'inizio dellle indagini sull'omicidio di Laura Palmer, ma appare chiaro fin da subito che tutti i cittadini possono essere considerati sospetti, e tutti hanno scheletri nell'armadio, e sono corrotti.
Fate attenzione a ognuno di loro, perchè è importante dato che hanno forti collegamenti con l'omicidio di Laura.
Anche i personaggi sono fuori di testa, il padre di Laura si mette a piangere e ballare - occhio - Nadine hurley è ossessionata dalle tende - occhio - e tanto altro ancora.
Serie tv che ha rivoluzionato il mondo della televisione, e solo un genio come Lynch poteva fare una cosa del genere.
Pensate ora a una ragazzina di sedici anni - parlo di me - che resta incantata dallo spot tv su questo telefilm, e pensa - devo vederlo questo telefilm - allora l'alone di mistero era una novità per me, non ero abituata a certe cose, e non vedevo film horror proprio come ho scritto nell'articolo di ritorno a twin peaks, ero soprattutto vergine in un certo senso e non avevo l'esperienza cinefila che ho adesso, ma con Twin Peaks sia nella prima che nella seconda stagione - che non reputo inferiore alla prima anche se Lynch - si dice - abbia detto che fa schifo, è riuscito a incollarmi come mai nessuno ha fatto prima.
Vi sembra strano?
Assolutamente no.
Serie che reputo fondamentale per diventare cinefili SERIAMENTE, si passa da Twin Peaks, per poi vedere tutti i film di Lynch, tutti i suoi corti e tanto altro ancora, esattamente come ho fatto io, e bisogna studiarselo Lynch, leggete articoli, interpretazioni, siti e recensioni, proprio come ho fatto io, allora capirete ciò che voglio dire.
Chi ha ucciso Laura Palmer? Sarà una domanda che vi seguirà fino alla fine della seconda stagione ve lo assicuro.


Commenti

  1. Pensa, io avevo la metà dei tuoi anni! :)
    Anche io, come sai, positivamente shockato da questa serie.

    E' vero, alla fine l'omicidio era giusto un pretesto per parlare di MOLTO altro...^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vedevi a 8 anni!?! °_O Mazza! Io l' avrei trovata astrusa! XD

      Elimina
  2. Io pensa un po' ho cominciato solo adesso a vederla, sono a metà seconda stagione ma la prima sinceramente è davvero qualcosa di incredibile ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggerai la mia recensione di oggi della seconda stagione xD

      Elimina
  3. La seconda stagione si divide in due come si sa. Fino all' episodio 9 è una cosa. Poi... ancora lo devo capire bene! XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.