Passa ai contenuti principali

Il Mistero di Sleepy Hollow

                                                                  Riguarda & Recensisci
IMPORTANTE - Questo è l'ultimo appuntamento quotidiano con la rubrica Riguarda & Recensisci, perchè ho deciso di renderla settimanale, così di avere tempo anche di dedicarmi ai film che non ho ancora visto e dare spazio settimanale con un film in revisione mi da la possibilità di approfondire maggiormente altri autori, cosa che quotidianamente mi viene alquanto difficile se devo curare ogni giorno questa rubrica.
Inoltre voglio anche scrivere meno recensioni, una al giorno mi pare più che sufficiente, e dare magari maggiore interesse ai lettori, cercherò inoltre di programmarle, in modo che chiunque può leggere con interesse e avere anche il maggior numero di messaggi nei post.

Andiamo al film, l'appuntamento con Tim Burton e il suo cinema ovviamente non finisce qui, tornerà venerdì prossimo con Big Fish.
Con Il Mistero di Sleepy Hollow Tim Burton dirige il suo primo film horror, e che film!!
Film ispirato a un racconto di Washington Irving riveduto e corretto.
Soprattutto costruito ispirandosi agli horror della hammer e al cinema di Mario Bava, vi sembra strano? Vi sembra una scommessa già persa in partenza?
Assolutamente no, è una scommessa vinta in partenza, in tutti i sensi, le atmosfere non sono goliardiche o farsesche, non c'è nulla neanche della poetica che ha fatto di un film come Edward Mani di Forbice
Sleepy Hollow è un horror in tutto e per tutto, e devo dire che sin dalla prima volta che l'ho visto mi ha tenuta incollata alla poltrona, anche oggi che l'ho rivisto, ho riscoperto la grande abilità di Tim Burton, di saper costruire una storia ispirata liberamente dal racconto di Washington Irving, allo stesso tempo grazie alla bravura di Johnny Depp - i loro film allora spaccavano di brutto - di costruire anche i personaggi rendendo la personificazione del racconto di Irving, un chiaro omaggio al cinema del passato di cui Tim Burton è un autentico cultore.
Primo film di Tim Burton in cui appare anche Christopher Lee nel ruolo del giudice che da il compito a Ichabod Crane di andare nella misteriiosa cittadina di Sleepy Hollow per indagare sugli strani omicidi in cui si dice che a compierli sia un cavaliere senza testa che decapita le sue vittime.
Quando ancora Tim Burton e Johnny Depp erano la coppia d'oro che quando si univano uscivano fuori film grandiosi, di cui questo è uno dei migliori e ultimi prima che si perdessero per strada.
Questo film è senza dubbio uno dei loro migliori, aggiungeteci anche il fatto cbe è stato prodotto da un altro genio del cinema, quel Francis Ford Coppola che mi piacerebbe approfondire appena avrò più tempo possibile, e avrete un grande, grandissimo film.
Qui le atmosfere sono cupe e inquietanti, e non ci sono i soliti frikkettoni dak emo, creati dalla fantasia di Tim Burton, questo è un film da brividi dalla prima all'ultima scena, con un cast di attori azzeccatissimo, e la sceneggiatura di Andrew Kevin Walker, da al film quel tocco in più per avvicinarlo al capolavoro.
Che volete di più? Recuperate assolutamente questo film mi raccomando, perchè è un horror assolutamente da collezionare e soprattutto da avere nella vostra collezione.
Questo quando Tim Burton ancora riusciva ad incantare il pubblico con il suo amore per il cinema traducendo le sue ispirazioni evidentissime sullo schermo, e da allora mi piacerebbe recuperare tutti gli horror della hammer, ci riuscirò in questi giorni?
Voto: 9

Ps: Intanto io mi prendo qualche giorno di pausa e tornerò lunedì a recensire, in modo da tuffarmi in twin peaks per il ripasso prima della terza stagione, poi torno ovviamente a recensire altri film, e saranno tantissimi, e ne vedrò altrettanti.
Buon Weekend a tutti xD.


 

Commenti

  1. un gran bel film, con un Johnny Deep che merita, decisamente merita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grande horror, quando Tim Burton si metteva a fare horror era un grande xD

      Elimina
  2. Bello, davvero bello, uno dei film horror più spaventosi e straordinari di sempre, con il migliore Depp e la più bella Christina ;)

    RispondiElimina
  3. Grande cult!
    All'epoca lo amai alla follia

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.