Passa ai contenuti principali

King Kong

                                                           Riguarda & Recensisci

Bene, e finalmente oggi finisce lo special su Peter Jackson, grazie a Riguarda & Recensisci , ripesca i film visti in precedenza e non ancora recensiti alla fabbrica, lo ripeto sempre, magari a qualcuno può dar fastidio, mi scuso xD.
Comunquesia andiamo al film.
Dobbiamo renderci conto che rispetto al King Kong originale, la tecnologia è modificata, e al cinema bene o male si può ormai fare di tutto.
Gli effetti speciali e la tensione non mancano e in alcune scene si resta veramente col fiato sospeso.
Certo, questo film rispetto all'originale non tocca nemmeno lontanamente il capolavoro, ma avercene film come così.

Quindi? 
Bisogna prenderlo per quello che è, un buon film che senz'altro colpisce e che ti tiene veramente col fiato sospeso, a differenza di quello con Jessica Lange, che non ricordo nemmeno più, ho fatto soltanto qualche ricerca e visto qualche scena e mai tutto quanto, uno di questi giorni dovrei rivederlo per poter constatare le differenze tra i tre film.



Il lavoro di Peter Jackson, però risente della grandiosità con cui ha girato la trilogia de Il Signore degli Anelli, e molte scene ricordano il ritmo della trilogia, forse il più grande difetto di questo film sta proprio in questa ricerca di grandiosità e di bissare il successo dei film che lo hanno fatto entrare nell'olimpo del grande cinema.
Cosa che però non è avvenuta. Senza ovviamente togliere nulla al film che è davvero grandioso, un opera bigger than life, che riesce davvero a catturare l'attenzione dello spettatore, come nella lunghissima scena nella giungla, dove scoprono King Kong, che si innamora dell'attrice che prende con se e tiene prigioniera.
La cosa che mi ha fatta incazzare di più è come il regista tenta di arricchirsi e farsi un nome cercando di portarsi il gorillone a New York, la sua cattiveria quando esce è lampante e ti fa venire voglia di picchiarlo a sangue, peccato che a interpretarlo è il mitico Jack Black, attore che apprezzo molto, comunque sia nel ruolo di cattivo oltre ad essere molto credibile è anche bravo.
Adrien Brody è l'eroe della storia, segretamente innamorato di Anne Darrow - una dolcissima a proposito Naomi Watts - e sarà proprio lei che scoprirà il vero animo nobile di King Kong, l'unica per la quale il gorillone nutre un profondo rispetto.
Naturalmente non manca il finale riveduto e corretto che ha fatto dell'originale un icona cinematografica, Jackson lo ha replicato per filo e per segno.
Le spettacolari scene nella giungla sono il punto forte del film, che Jackson ha saputo personalizzare in una maniera formidabile, rendendolo un viaggio nel terrore più puro, e lì si vedono proprio i grandiosi effetti speciali del film.
In sostanza è un film godibile, nello stile dell'ultimo Peter Jackson, che certamente si fa volere bene, quindi il mio consiglio è di guardarlo senza ovviamente far confronti con l'originale, perchè il cinema è cambiato, e la tecnologia è andata avanti.
Certo ad alcuni può sembrare vuoto se confrontato con l'originale, per questo il mio consiglio è quello di catapultarvi nel film non badando alla tecnologia, ma concentrandovi magari sulla storia, anche se vi sembra esagerato e pomposo.
Per me ovviamente non lo è assolutamente.
Voto: 7


  

Commenti

  1. Non un capolavoro ma abbastanza fedele all'originale, per cui godibile ed efficace ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.