Passa ai contenuti principali

Le avventure di Tin Tin - Il segreto dell'unicorno

Amate l'avventura? Amate l'azione? Amate i film d'animazione? Bene allora frullate tutti questi ingredienti e viene fuori Tin Tin, si perchè Spielberg dirige il suo primo film d'animazione e fa centro al primo colpo, coinvolgente, accattivante dal primo all'ultimo fotogramma, e così dirige un film in 3D adatto a tutta la famiglia, al centro lui, Tin Tin, giornalista e archeologo che insieme al suo amico cane è alla ricerca di nuove storie da raccontare, e si imbatte in una misteriosa nave in miniatura, la compra e si accorge che nasconde un segreto, di cosa si tratta? Lo scoprirà quando troverà misteriose persone che lo seguono, si tratta del primo pezzo della mappa per trovare un tesoro, un tesoro che fa gola a tutti dato che la nave è stata rubata dagli scagnozzi di un riccone e che una persona, il capitano Haddock, che ha perso la memoria è il custode del vero segreto della nave, solo che l'ha dimenticato e dovrà ricordare, ci riuscirà? E cosa più importante, riusciranno i nostri amici a recuperare il tesoro dell'unicorno prima che arrivi in mani non sicure?
Un film d'animazione che è forse una delle migliori pellicole dell'anno appena concluso, dietro c'è la production oltre che di Spielberg di Peter Jackson, e si nota parecchio, un film che cita spessissimo un classico dell'avventura Spielberghiana, cioè Indiana Jones anche se alla lontana, tra scene d'azione, comicità, misteri da decifrare e avventura dichiaro il mix di generi di Tin Tin come il più strepitoso dell'anno, oltre che il più eccitante, moltissime le scene da ricordare, tra cui quella della cantante lirica che spacca tutti i bicchieri, e quella in cui il capitano si scontra col suo nemico...beh sto parlando troppo mi rendo conto hehe, concludo che è meglio dato l'ora tarda, un film intrigante e spettacolare, che di certo merita un posto di riguardo nel vostro cuore.
DA COLLEZZIONARE.


Commenti

  1. la mia risposta alle prime due domande è un no secco! ahahah :)

    RispondiElimina
  2. Non so, ma non mi attira molto...preferisco attori in carne ed ossa per roba avventurosa!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.