Passa ai contenuti principali

Dark City

Dark City è uno di quei piccoli film che quando li vedi iniziano a sorprenderti, a cominciare dall'incipt, in cui vediamo il protagonista John Murdoch (interpretato da Rufus Sewell), che è l'unico che riesce a stare sveglio, quando la città pare essersi addormentata del tutto, tutti dormono tranne lui, ma che succede? Perchè la fuori non spunta mai il sole? La risposta sarà più agghiacciante di quanto si aspettava, un gruppo di alieni hanno preso in ostaggio la terra, perchè le risorse del loro pianeta sono terminate, e hanno bisogno dell'energia degli esseri umani per continuare a vivere, uno scienziato tradisce gli uomini e decide di stare dalla parte degli alieni, finchè loro saranno presenti sulla terra, nel mondo non ci sarà più luce, e sarà proprio quel giovane la chiave per ritornare alla normalità? Continuamente braccato dagli alieni che cercano di incriminarlo per un omicidio che non ha commesso, ma in realtà vogliono scoprire perchè non hanno potere su di lui, l'omicidio è solo una scusa per acciuffarlo e portarlo nello stesso stato degli altri esseri umani, nella loro ricerca ci sarà anche lo scienziato, riusciranno nel loro intento?
Film di fantascienza atipico e intrigante, con un ottima regia e un cast di primordine, grandiose le scenografie notturne, sembra di vedere una versione aggiornata e corretta di un altro film Blade Runner anche se la trama è differente, bravissimi soprattutto Kiefer Sutherland e Sewell, compresa anche Jennifer Connelly, nel ruolo di Emma Murdich, la compagna di John  che cerca delle risposte ad alcune domande e che lo aiuterà per salvare il mondo dall'oscurità ma soprattutto a salvare l'umanità che vive come cavia di un esperimento.
Avvincente sia nelle scene d'azione che in quelle più drammatiche, un film che riesce nell'intento di divertire restando impresso nella memoria, ma soprattutto riesce a tenere alta l'attenzione dello spettatore dall'inizio alla fine, non annoia mai, e forse questo è uno dei punti a suo favore, un ottimo film diretto dall'autore de Il corvo, un bellissimo passo avanti dopo il blockbuster che ha fatto di Brandon Lee una leggenda.
DA NON PERDERE.



Commenti

  1. davvero un ottimo film, molto dark :)
    peccato che il regista ultimamente sia finito a fare baracconate con will smith e nicolas cage...

    RispondiElimina
  2. L'avevo visto parecchio tempo fa e mi era piaciuto molto.
    Dovrei riguardarlo, però, perché ne ricordo poco.

    RispondiElimina
  3. Come Babol lo vidi parecchio tempo fa e mi fece una ottima impressione. Recentemente so che è stato programmato su uno dei canali Sky. Necessita sicuramente di un recupero

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.