Passa ai contenuti principali

Adventureland

Il film presenta due giovani attori che toccheranno lo status di divi Jesse  Eisenberg, che diventerà famoso grazie a The Social Network e lei  Kristen Stewart grazie alla saga di Twilight, con cui è diventata una diva, prima di tutta questa fama, hanno girato insieme, questo piccolo film, con una trama piuttosto semplice ma complessa, che mostra senza troppe complicazioni il passaggio dall'infanzia all'età adulta del protagonista, James Brennan (Eisenberg), decide di lavorare in un parco giochi per raccogliere i soldi che gli servono per andare all'università, qui conosce Em, (Stewart) che lavora al parco giochi per stare lontana dalla nuova compagna del padre che porta una ridicola parrucca e ha un carattere impossibile, Em è una ragazza che ha una storia complicata con un uomo sposato di cui nessuno sa nulla, ma trova in James la persona giusta con cui iniziare un rapporto d'amore sincero e profondo, e grazie anche a questo rapporto che per James l'esperienza in quel parco giochi è motivo di maturazione e di crescita, perchè conosce tante persone capaci di farlo riflettere sulla vita e soprattutto sull'amore.
Un film splendido, curioso e affascinante, semplice, ed è proprio questa semplicità la chiave di lettura che rende Adventureland più di un semplice film per ragazzi, interpretato da giovani attori in stato di grazia che sanno toccare il cuore dello spettatore.
Il film non è certo un capolavoro, potremmo classificarlo come un cult movie, uno di quelli da vedere e rivedere più volte per riflettere sulle cose che veramente contano nella vita, un piccolo grande film che riesce  a conquistare laddove tanti film patinati e costruiti falliscono nel loro intento, una piccola lezione sull'amore e sulla vita diretta da Greg Mottola, e che dimostra di avere talento anche per storie semplici ma di effetto, perchè è il parco della vita che viene mostrato senza troppe colorazioni o sfaccettature, e come nella vita, ci sono l'amore, il dolore, la pena, la felicità, insomma  non manca nulla.
In conclusione un film toccante e sincero capace di conquistare con poche ma solide realtà.
DA COLLEZZIONARE


Commenti

  1. Molto carino, giusto equilibrio di amarcord, energia e turbamenti adolescenziali.

    RispondiElimina
  2. già già
    il classico film adorabile che non si può fare a meno di amare!

    RispondiElimina
  3. si è un piccolo oggettino curioso da vedere assolutamente ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.