Passa ai contenuti principali

Cowboys & Aliens

Mischiare due o più generi cinematografici, avvolte è un colpo di genio, altre volte invece, si rischia di rimanere a metà strada tra confusione e scene mirabolanti, è il caso di Cowboys & Aliens mi dispiace dirlo è proprio la seconda ipotesi che si addice maggiormente, nonostante ciò l'ho trovato divertente, un prodotto di intrattenimento che a confronto all'Iron man dove c'è Robert Downey Jr è un piccolo passo indietro.
Volendo criticare pignolamente il film è un autentico blockbuster fracassone, però nonostante i difetti ha anche dei pregi, carrellate veloci, e scene d'azione che ricordano molto i film di fantascienza, che se fossero state magari un po' meno il film ne avrebbe guadagnato di più, nonostante ciò il film riesce a divertire, anche se non colpisce fino in fondo, oddio non mi sento di dire che è una boiata, questo no, però la regia è piuttosto stantia, quindi il film è tutto incentrato sulla recitazione attoriale piuttosto incisiva, e gli effetti speciali che sono presenti a bizzeffe, sembra più che un film d'autore, un film fatto per commissione, sicuramente Farveau non ha sentito molto il  film e si sente parecchio, nonostante ci sia la presenza di Harrison Ford il migliore resta comunque Daniel Craig, che riesce a far risalire un film che altrimenti sarebbe stato noioso e superficiale, oddio non è ai livelli dei filmacci di  Michael Bay però quei piccoli pregi riescono ad essere incisivi laddove si rischia parecchio, quali sono questi pregi? Scene d'azione, recitazione sopra le righe, effetti speciali curatissimi non male ma si poteva fare di più, molto di più, almeno curare la regia, e rendere lo script centrando il genere e facendone un film più incisivo e meno fracassone.


Commenti

  1. Separati pure pure, ma insieme è un genere che non mi attira proprio! :)

    RispondiElimina
  2. Paradossalmente ho rischiato di addormentarmi durante la visione.
    E per un film "fracassone" non è proprio una bella cosa....
    Pccato, un'occasione sprecatissima.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.