Passa ai contenuti principali

Capitain America - The Winter Soldier

A proposito di Blockbuster, cosa dicevo nella precedente recensione? Si, in poche parole dicevo che il film deve avere delle qualità che rimangono impresse, e nonostante questo secondo capitolo non sia un capolavoro, è fatto molto molto bene.
Divertimento puro, adrenalina a mille e un coinvolgimento che incalza dall'inizio alla fine, senza fermarsi mai.
Anche questo deve essere un blockbuster, tanto per parlare...
Si avete capito bene, il secondo capitolo di Capitain America è migliore del primo, un tutti i sensi.
In questa seconda puntata, il nostro eroe deve fare i conti con la compagnia per cui lavora, Dentro lo S H I E L D c'è una talpa, e Fury si rende conto di questo, ma poi anche perchè alcune informazioni gli sono negate, quando anche il collega Steve Rogers ovvero Capitain America si accorge che c'è puzza di bruciato, comincia a far scoprire le carte alla compagnia, scoprendo che forse Hydra è ancora attiva nonostante la fine della seconda guerra mondiale, ad aiutarlo un reduce e Vedova Nera.


Ecco un esempio di blockbuster fatto bene.
Cos'altro dire? Ah si, spettacolare e divertente, non smette mai di stupire, nonostante sia un blockbuster, è persino divertente.
Se tutti i blockbusters fossero così...ma sappiamo tutti qual'è il grande limite di hollywood, a cui questo film fortunatamente si allontana, uno dei pochi casi si può dire.
Intrattenimento che si distingue senza ombra di dubbio, fatto con attori bravissimi e una regia attenta e meticolosa, tutto è curato fin dai minimi particolari, senza ovviamente eccedere ne il più nè in meno.
E come film fumetto direi che è una cosa eccezzionale.
I pregi? Sono tanti, innanzitutto la cura di una sceneggiatura attenta e perspicace che non sbava mai, poi una regia molto attenta, furba e sorniona, capace di giocare con lo spettatore e coinvolgerlo nel film dall'inizio alla fine, perchè nonostante tutto, ci sentiamo un po' eroi dentro il film durante la visione, e questo secondo voi è poca roba?
Beh il cinema è anche divertimento, soprattutto quando è fatto bene il divertimento piace e non stanca mai, la differenza di chi i blockbuster li confeziona, e non li crea sta tutta qui.
Chi li confeziona, non è capace di curarli, chi li crea invece sa il fatto suo.
Imperdibile? Beh dipende dai gusti e soprattutto dall'ispirazione del momento, io lo consiglio sicuramente perchè è capace di intrattenere senza appesantire, e ha la capacità di conquistare scena dopo scena, se questo per un film da "popcorn" è poco allora cambiate genere, ma se non vi accontentate di semplici confezioni allora è il film giusto per voi.
Voto: 7


Commenti

  1. Inaspettatamente, visto che non sopporto il vecchio Cap, l'ho trovato anch'io molto gradevole.
    Dovrebbero continuare a produrli così i film Marvel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indubbiamente un blockbusterone davvero ben riuscito. Migliore del primo? Non so, non so... nel primo c'era un po' di storia in più mi pare, questo è molto più action. Nel complesso mi sento di dire che il buon vecchio Cap al cinema è stato trattato comunque bene, non tutti i supereroi godono di questa fortuna (Devil e i F4 stanno ancora versando lacrime amare) :)

      Elimina
    2. a me il primo capitolo mi è piaciucchiato, questo invece mi è piaciuto :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…