Passa ai contenuti principali

Maniac

Questo è un film da non perdere, anche se è un remake.
Perchè mi chiederete voi?
Perchè innanzitutto ha una trama coinvolgente, che non lascia distrazioni, coadiuvato da una sceneggiatura capace di camminare con le sue gambe, e di dare spunti personali a una storia che magari se sarebbe finita nelle mani sbagliate, sarebbe stato il solito irrisorio remake che si sarebbe dimenticato in fretta e furia.
Perchè questo non accade?
Perchè semplicemente il film è fatto bene, ed è scritto altrettanto bene.
E' un peccato che questo film sia uscito solo  in video, con tutte le cazzate che fanno, almeno un gioiellino come questo meritava una distribuzione in sala.
Il cinema sta diventando mercenario purtroppo, peccato, peccato davvero.
Trama: Frank è un tipo anonimo, solitario, timido, insomma non penseresti mai che avesse delle turpe psichiche, ma invece è proprio così. Di notte per sfogare la sua pazzia uccide prostitute facendo loro lo scalpo che si porta a casa per metterlo ai suoi manichini, perchè questo?
Perchè da piccolo è stato vittima di traumi infantili per colpa della madre che lo faceva "assistere" ai suoi incontri sessuali coi suoi amanti.
L'incontro con una ragazza lo mette in soggezzione, non è come tutte le altre che ha incontrato, ma allo stesso tempo è tentato di farle quello che ha fatto alle altre sue vittime...
Un film sconvolgente, reso ancora più terrificante dall'interpretazione di Elijah Wood, un attore che sembrerebbe strano vedere come serial killer o maniaco, ma che in questo film ci sta benissimo, sarà per la sua aria pulita che rende più inquietante il tutto?
Forse, ma carpisce alla perfezione l'inquietudine legata al personaggio e la trasmette allo spettatore, e lo fa molto bene, alla fine si ha persino paura di questo assassino dalla faccia d'angelo.
Il regista dimostra di saperci fare con la macchina da presa, e la scelta legata al protagonista è assai vincente.
Perciò doveva passare per la sala questo film, e se lo vedete mi darete ragione.
Recuperatelo.
Io recupererò il film originale di William Lustig e lo programmo per la visione, voglio vedere l'originale, sono curiosissima di vederlo.
Voto: 7



Commenti

  1. Questo titolo aveva attirato la mia attenzione ma non ho ancora avuto modo di recuperarlo.. spero di vederlo presto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fallo mi raccomando, poi mi dici se ti è piaciuto ^_^

      Elimina
  2. Questo devo ancora vederlo, spero possa replicare almeno in parte l'atmosfera malsana che si respira nel film di Lusting. Il "Maniac" originale è un cult imperdibile, l'immedesimazione di Joe Spinell nei panni del disturbato protagonista è magistrale. Te lo consiglio vivamente, anche perchè, per un'appassionata di Romero e Fulci quale sei, non potrai che ammirare i micidiali effetti artigianali del buon vecchio Tom Savini :) Tra l'altro, presente in un ruolo di un certo livello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti è già in lista l'originale xD ci credo che è un cult, chissà magari mi piacerà molto di + del remake xD

      Elimina
  3. Bello, è piaciuto molto anche a me....

    RispondiElimina
  4. anche io l'ho gradito...ma l'originale è a un grado di psicopatologia nettamente superiore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo vedrò, sono curiosa di vedere l'originale xD

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…