Passa ai contenuti principali

Excalibur

John Boorman rivisita la leggenda di Re artù, con un film enigmatico, oscuro che non si dimentica tanto facilmente.
Apparentemente sembra un film d'evasione, poi invece durante la visione ti accorgi che la saga prende altri registri, e ti impegna ad immergerti completamente nello schermo.
Non è come il cartone animato disney, il film è più drammatico, incentrato nell'eterna lotta tra bene e male, e ha una percezione più caustica di una leggenda ormai diventata mito come una storia da tramandare da generazioni a generazioni.
Boorman costruisce un film adulto, con precise regole dettagliate, vista la complessità, e di certo non è un film capace di accontentare tutti i palati, ci vuole attenzione per guardare questo film.

Nel film c'è tutto, c'è la magia, l'amore, la vendetta, il tradimento, il perdono, tutto quanto, non manca nulla, le bellissime scenografie e i costumi fanno da sfondo a un film che non si limita solo di essere spettacolare, ma fa riflettere su una saga che dura da secoli, una terra senza un re, e una spada nella roccia, chi estrae la spada diventa re...ma chi può farlo?
Solo una persona dal cuore puro e non corrotto può farlo, e dietro al castello c'è parecchia cattiveria e corruzzione.
Un re che manca da secoli, quando l'ultimo sovrano inserisce la spada nella roccia prima di morire, in molti hanno provato ad estrarla, ma non ci sono riusciti.
Artù, che è stato allevato da Merlino, è un semplice scudiero di un giovane che è il suo fratello acquisito, non sa minimamente, l'origine della sua nascita e l'inganno che ci sta dietro, quando estrae la spada dalla roccia tutti si chiedono come mai un semplice ragazzo senza esperienza è riuscito ad estrarre la spada?
A chiarire il tutto è Merlino che racchiudeva in se il segreto delle origini del giovane Artù: se da un lato alcuni decidono di sostenere il nuovo re, da un altro altri non sono daccordo, e si scatena una guerra, ma il giovane si dimostra valoroso, e una volta diventato re, diventa amatissimo dal suo popolo.
Si innamora e sposa Ginevra, ma quando avverte che c'è del tenero tra lei e Lancillotto capisce di essere stato tradito non solo da sua moglie, ma anche dal suo migliore amico nonchè soldato.
Merlino è la figura centrale del film, che muove i fili dei destini dei protagonisti, sa di per certo che deve stare accanto ad Artù come una specie di guru spirituale, e in questo senso Boorman ha scelto di rappresentarlo in modo drammatico e epocale.
Un cast all british e una colonna sonora magistrale fanno da contorno a un film che può essere considerato un piccolo capolavoro.
Un film incredibile che ancora oggi, nonostante siano passati 33 anni, mantiene una certa originalità che ultimamente il cinema ha un po' perso, da collezionare sicuramente.
Voto: 8




Commenti

  1. Ah, questo film ha il sapore della mia infanzia, ma non lo vedo da tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. recuperalo, poi mi dici se ti è piaciuto :)

      Elimina
  2. Il film più eccitante ed esaltante della mia preadolescenza! Quanti ricordi :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.