Passa ai contenuti principali

Nuovomondo

Come vi avevo accennato, vado fino in fondo, ed ecco a voi Nuovomondo, pellicola che affronta le radici degli immigrati italiani, raccontati attraverso una famiglia di agricoltori siciliani, in cui c'è un ragazzo sordomuto in apparenza.
La storia si concentra sul giovane capofamiglia, Salvatore, che rimasto vedovo e dopo aver visto delle fotografie che ritraevano persone con carote giganti e galline grosse quanto una casa, decide di cambiare vita e parte per l'america insieme a tutta la famiglia, si porta persino la madre anziana.
La sua strada si incrocia a quella della giovane Lucy in cerca di un marito da impalmare e di cui si innamorerà, osteggiata dalla madre di lui, che in lei vede un pericolo per il figlio. Lucy, così spigliata, così aperta rappresenta ciò che la madre e la sua cultura non è, è una donna moderna, aperta al mondo rispetto alla ristrettezza mentale della donna anziana, ancora ignorante, che non ha mai letto o scritto niente, e che tutto il suo mondo si racchiude nel pregiudizio e nel lavoro dei campi.

Un film che ricorda agli italiani le radici dell'immigrazione, uscito proprio nel momento giusto quando ad immigrare sono gli africani, i marocchini, cosa che loro nella loro bambagia hanno dimenticato - parlo ovviamente degli italiani pieni di pregiudizi - ricordiamo le nostre radici, non è mai troppo tardi per cambiare idea.
Emanuele Crialese non risparmia niente e nessuno, e sa bene come parlare di qualcosa di spiacevole, anche se deve sottolineare lo stato culturale dell'italiano medio di allora.
Film come questi dovrebbero essere presentati nelle scuole, onde insegnare ai ragazzi il valore della tolleranza e soprattutto del rispetto verso chi viene a lavorare in Italia, lasciando la propria casa, che salvo alcuni casi, è sempre spiacevole lasciare il tuo mondo per un altro, soprattutto perchè si lasciano le proprie radici e la propria vita, sottolineiamolo.
Un film adulto, capace di parlare e raccontare, anche se è girato in siciliano stretto, ma io essendo siciliana ho capito perfettamente le sue parole, ma soprattutto il valore che vuole trasmettere.
Cosa penso di questo film?
L'avete già letto poco fa, comunque sia se lo volete guardare, fatelo, e poi mi dite se ho ragione o meno.
Crialese, inoltre ha la capacità di catturare le diverse sfaccettature dei cambiamenti del mondo attorno al quale questa famiglia si appresta a cambiare vita, e vengono rappresentati dal personaggio di Lucy, una sempre brava Charlotte Gainsbourg che recita persino in italiano.
Correte subito a vederlo.
Voto: 8




Commenti

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.