giovedì 8 maggio 2014

Bad Guy

Il grande Kim Ki-Duk.
Per chi lo conosce, sa che i suoi film sono tutt'altro che semplici pellicole, a volte disturbanti, altre volte capaci di spaccarti in quattro con semplici e meticolose inquadrature che vanno dritto al sodo...ma di che sodo parlo?
Di scene in apparenza molto semplici, ma che esprimono ciò che le semplici parole - e nel caso del regista coreano i dialoghi nei film sono sempre ridotti all'osso - non esprimono, sono i gesti, gli sguardi e le situazioni che si creano a far si che lo spettatore rimanga positivamente colpito, e credetemi il film non si dimentica facilmente.


Nel caso di Bad GuyKim non si smentisce, anzi va dritto al sodo, e senza pensarci due volte, la trama è molto semplice quanto complessa, la protagonista è una giovane di cui il tipo cattivo del titolo si innamora, la mette sotto la sua ala e la costringe a prostituirsi, ma è innamorato di lei...nonostante tutto...
Semplice no?
Eppure, eppure anche qui ci sono scene particolarmente disturbanti, ma che il regista coreano, scandisce senza eccessivi moralismi che non centrano niente, anzi, pur non dando allo spettatore ciò che si aspetta, gli fa accettare - cosa alquanto difficile - ciò che vede nello schermo.
Quanti altri registi sono capaci di fare tanto? Ok, ditemi qualche nome, e se accettate la sfida mi ci gioco una pizza ci state?
Scherzi a parte, un grandissimo film, forse il più particolare di Kim Ki-Duk perchè parla di qualcosa che per molte persone non è facilmente accettabile, un film che rasenta il capolavoro, anzi si ci avvicina per così dire, talmente curato nella costruzione dei sentimenti dei protagonisti - il cinema di Kim Ki-Duk si concentra di più sulle persone che sugli effetti cinematografici - a narrare con forza di enfasi le loro gesta.
Si avete capito bene, Kim Ki-Duk è un narratore, per questo i suoi film sono di difficile fruizione, ma colpiscono davvero al cuore, senza cadere in facili sentimentalismi di fondo, perchè non gli si addicono.
Voto: 8



8 commenti:

  1. La trama tutt'ora mi pare complessa perché lei si lascia trattare così? Perché torna da lui e si prostituisce ancora senza fare una piega? Mah è proprio un mistero ma il film in qualunque modo mi è piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh forse è innamorata? L'amore fa fare qualsiasi pazzia se ci pensi bene, si il film è piaciuto molto anche a me :)

      Elimina
    2. Dal mio punto di vista non riesco a vedere amore in questo ma solo tanto masochismo, poco rispetto di sé stessi (e amore verso sé stessi) e tanta pirlaggine. Kim Ki-duk ricordo che aveva fatto una bellissimo film sull'amore che per rimarà ferro 3 poi ovviamente l'amore ha tante forme ma dal mio punto di vista personale qui ho visto soltanto tanta depressione perché è un film fatto apposta comunque per riflettere su questo alla fine

      Elimina
    3. Esattamene, è un film malato, un po' disturbante, lei - parlo della ragazza ovviamente, - accetta di sottomettersi a tutto, forse per fuggire da una situazione in cui si sente vittima? Questo il regista non ce lo dice, kim ki duk ama giocare a provocare lo spettatore, e molto spesso lo si manda spesso e volentieri a quel paese, ma i suoi film fanno riflettere perchè non sono banali. Presentano scene inimmaginabili capaci di farti dire, ma come accetta tutto questo lei...eppure lo accetta, ci sarà un motivo perchè lei lo accetta no? E l'unico motivo che io vedo è l'amore, seppur sbagliato è l'unica risposta che ho avuto dopo la visione di questo film :)

      Elimina
  2. Mi manca, spinto dalla tua recensione lo recupererò sicuramente ;)

    RispondiElimina
  3. bellissima poi la musica di Etta Scollo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi fiori ci sta benissimo con questo film

      Elimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...