martedì 23 settembre 2014

Cracks

Seconda recensione oggi, dopo quella programmata, ci vuole quella extra, onde smaltire la lista di film inediti aspettando quelli che fanno al cinema.
Oggi recensisco Cracks, esordio alla regia di Jordan Scott, figlia di Ridley che pur sopportando l'ingombrante peso di figlia d'arte, ha diretto un film particolare e soprattutto interessante.

Molto brava Eva Green finalmente in un ruolo adulto rispetto ai film ultimamente girati, e a una pellicola di qualità, qui veste i panni di Miss G una giovane insegnante di nuoto idolatrata dalle sue allieve, che per la prima volta si trova di fronte a una ragazza Fiamma - Interpretata da Maria Valverde - dal carattere forte e determinato, capace di tenerle testa, ebbene l'insegnante di fronte a tale forza si trova sconcertata perchè non riesce ad essere vista da lei, come succede con le altre, soprattutto con Di - Juno Temple - che attaccano Fiamma aggredendola anche fisicamente per riottenere i favori dell'insegnante, che nonostante tutto ha messo su un piedistallo la nuova arrivata.
Niente male come esordio dietro la macchina da presa, lo devo dire, la piccola Scott ci sa davvero fare, e nonostante il nome che porta sa personalizzare bene l'opera da lei diretta, con uno stile piuttosto sottile e mai invadente, come se volesse prendere per mano lo spettatore in un piccolo giallo in cui si deve scoprire perchè Miss G è così morbosamente attratta da Fiamma.
Ci riusciremo a scoprirlo, e quando le carte sono in tavola si rimane stupefatti della malvagità umana disegnata, ma soprattutto si scopre che la perfetta Miss G nasconde qualche scheletro sull'armadio, inventandosi di sana pianta una vita che non ha vissuto...ma basta non vi dico altro per non rovinarvi la sorpresa.
Per questo film devo ringraziare l'amica Bolla  che con la sua rubrica Bollalmanacco on Demand me l'ha fatto conoscere, ed è per questo che l'ho visto e recensito, ringrazio anche la ragazza che lo ha richiesto, ora non ricordo il nome ma vabbè :D.
Spesso sono questi piccoli film a fare la differenza, e non parlo di sfaccettature, ma di contenuti.
La psicologia dei personaggi è ben delineata, mai banale o artificiosa, nonostante la giovane età Jordan Scott si rivela assai capace di esprimere concetti psicologici particolarmente complessi, creando un suo stile personale molto presente, il che fa presagire un futuro registico radioso.
Un bellissimo esordio non c'è che dire, peccato che ancora in italia questo film non è uscito...misteri della distribuzione piuttosto cieca devo dire, perchè questo film merita di essere visto.
Voto: 7 e 1/2



2 commenti:

  1. Contentissima che ti sia piaciuto, è uno dei film che più mi hanno intrigata di recente. Purtroppo il romanzo si trova solo in edizione cartacea e non in kindle, risulta un po' costosetto... peccato perché avrei voluto davvero leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaaaaaaaaaah è tratto da un romanzo, ahiahiahi, devo correggere la corrige, vabè lo farò tra poco, il romanzo sarà sicuramente più bello del film ^_^

      Elimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...