giovedì 4 settembre 2014

Le Origini del Male

Dedicato a Bollicina...

Non potevo che dedicare alla mia amica Bollicina questa recensione, innanzitutto perchè oltre ad essere una fanatica dell'orror tale e quale a me, il suo è un blog interessantissimo, dove si scoprono parecchi titoli appetitosi, e senza dubbio, ho scoperto questo titolo nel mitico bollalmanacco.



Il film narra la storia di un esperimento paranormale, su una ragazza presumibilmente posseduta dal demonio.
Lo scienziato Il Professor Coupland che ha organizzato l'esperimento non crede nel paranormale, e anni prima aveva fatto un esperimento su un bambino schizofrenico per fare uscire la presenza che credeva accanto a lui, ma la madre glielo ha impedito  ed è troppo razionale, ma la sua razionalità lo spingerà verso la follia davanti al quale non potrà rendere conto dell'immensa e imprevedibile forza di eventi soprannaturali, che saranno incomprensibili a chi non è aperto a ciò che non si può spiegare.

Il film, suddiviso come un puzzle investigativo, in cui bisogna ricostruire come è avvenuta la possessione di Jane, e cosa si nasconde dietro le manie del suo suicidio.
Quello che scopriranno avrà dell'incredibile, e li porterà ad un punto che la scienza non sarà di nessun aiuto perchè si troveranno di fronte ad avvenimenti soprannaturali impossibili da controllare, e sarà tutto inutile ciò che Coupland vorrà fare sulla ragazza.
Il film ha ottenuto critiche negative, e ha diviso il pubblico come spesso accade con gli horror recenti, questo è un fatto positivo, perchè ultimamente non escono più robe banali, e negativo perchè siamo sempre in una fase di stallo, tutto ciò che si tocca è già stato toccato prima, quindi anche questa storia non ha nulla di nuovo, ma cosa lo rende interessante?
Innanzitutto la costruzione, che praticamente ti incolla alla poltrona dall'inizio alla fine, poi una regia attenta e capace di far trasparire ogni minima emozione dei protagonisti, con la mdp, e per ultimo uno script imprevedibile, dove non si indovina mai cosa succede dopo.
Vi sembra poco? Forse, ma questi sono elementi giusti per far si che un horror che non tocca mai i vertici del capolavoro risulti interessante dal punto di vista dei contenuti.
Ma andiamoci piano a parlare di miracolo o nuova rinascita del genere horror, questo film seppur interessante non tocca i livelli del grande film, resta un film ben scritto, ben recitato e ben diretto ma lungi da me dal dire che è un grande film, per questa etichetta io prendo film come l'Esorcista che è un capolavoro assoluto del genere, per questo solo un buon film, capace di darmi qualche brivido ma nulla di più.
E dobbiamo ringraziare chi si sta allontanando dai reality horror per fare buoni horror, e questo è già un passo avanti per fare anche grandi film, il problema è riuscire a trovare qualcuno che sia in grado di farli.
In conclusione, un buon film che riesce a coinvolgerti, senza andare nei confini della grandiosità: senza infamia e senza lode.
Voto: 6 e 1/2



2 commenti:

  1. Nonostante la base sia la stessa del 90% dei film horror recenti mi è piaciuto molto, soprattutto grazie alla bravura degli attori coinvolti.
    Grazie per la dedica, cara!! :)

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...