Passa ai contenuti principali

La Luna

Fare il genitore è un mestiere difficile...e se scopri che tuo figlio ha cominciato a bucarsi lo è molto ma molto di più.
Come fare per salvare il ragazzo dalla droga?


Un film complesso e cerebrale come questo poteva essere filmato soltanto da un autore con un grande coraggio nel cuore: Bernardo Bertolucci.
Il soggetto è difficile, ma come sempre Bertolucci sa personalizzare la sua opera con il suo consueto stile, sincero e realista.
Una donna e suo figlio, lei famosa cantante d'opera, il ragazzo è fragile e gli manca la figura paterna, devono cominciare a vivere insieme nonostante la solitudine e la mancanza del padre, la lo spettro della droga si presenta all'improvviso, la donna prenderà una decisione discutibile per salvare il ragazzo.
Forse questo film non è un capolavoro, troppo raffinato nella sua rappresentazione, eppure ha un fascino particolare, perchè il tema dell'incesto è rappresentato in modo che sia lo spettatore ad intuire cosa succede tra madre e figlio.
In questo senso Bertolucci è capace di prenderci per mano e raccontarci questa storia, che, seppur ha un tema particolare è capace di raccontarla come un amico o anche come un fratello, in maniera realista e sincera, portando a comprendere i protagonisti, a immedesimarsi in loro.
Intanto mette a confronto una madre dal carattere piuttosto forte con un figlio fragile e problematico, e già di per se sottolinea la complessità del loro rapporto, poi la scoperta sconcertante della droga nella vita del figlio; una madre farebbe qualsiasi cosa per salvare il proprio figlio, a costo di scoparselo pure per farlo smettere di drogarsi.
Ecco qui un po' non sono stata daccordo sull'incesto, anche se non è rappresentato in modo che turba lo spettatore, perchè si può salvare il proprio figlio con diversi modi, perchè scoparselo?
Ehehe, come ho detto prima dura cosa fare i genitori.
Oh meglio, lei non se lo scopa letteralmente, ma lo masturba, in questo caso la scelta del regista di narrare più che turbare lo spettatore la condivido in pieno.
Non credo affatto che il film sia un capolavoro, e neanche un film minore, o che vuole creare scandalo, è un buon film stilisticamente curato e raffinato, però - e forse per il tema trattato - gli manca quel lampo di genio che hanno opere come Io Ballo Da Sola o The Dreamers  tanto per citare due titoli eccellenti.
Eppure si tratta di un film intimo, sofferto capace di sorprendere lo spettatore e coinvolgerlo emotivamente, e nonostante tutto si fa volere bene.
Voto: 7 e 1/2


Commenti

  1. Uno dei film del Berty che non ho mai visto, però ricordo ancora quando lo incontrai dal vivo. Che emozione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaaah recupera :D.
      L'hai inconrato dal vivo? Caspita che fortuna, ci credo che eri emozionato, ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.