Passa ai contenuti principali

Need for Speed

Siamo ancora nel circuito delle gare illegali, ma a differenza di Fast and Furious il soggetto è tratto da un video gioco.
Il classico film giocattolo tanto per passare tempo, giusto un film da popcorn per staccare tra una visione impegnativa e l'altra, - questi stacchi ogni tanto ci vogliono per stemperare gli animi - non una semplice tamarrata, quella semmai ce l'hanno altri film, ma basta e avanza per un sano divertimento.
Sinceramente parlando apprezzo di più la saga F&F, è molto coinvolgente, anche se devo ammettere che questo film non è affatto male.
Soprattutto per quanto riguarda la costruzione della trama, anche se non presenta alcuna innovazione, in quanto la trama non ha nulla di originale, quindi nessuna  novità all'orizzonte, tranne forse una cosa: la vendetta per la morte di un amico durante una gara.
Spettacolo roboante verrebbe da dire, si lo è in un certo senso, anche se le scene delle corse sono spericolate non può di certo essere pagonata al franchise con Vin Diesel, che, corse illegali a parte sono due cose differenti.
Toby, un appassionato di gare, costruisce una ford mustang che poi mette da parte dopo la morte di un suo amico, ma Dino vuole comprare la macchina per gareggiare, la compra per oltre due milioni di dollari e alla gara si presenta Toby, che la guida dimostrandogli di poter superare le duecentomiglia all'ora, ma Dino ha un asso nella manica, gareggiare con macchine ancora sconosciute in america.
Questo causerà la morte di un amico di Toby per mano di Dino, causerà l'incidente ma non aiuterà il giovane con cui ha gareggiato per vincere, Toby si prende la colpa e finisce in galera, soprattutto per aver gareggiato con macchine illegali...dopo diverso tempo ritorna, per un regolamento di conti con Dino, chi la spunterà?
Un film senza infamia e senza lode, giusto per staccare la spina, da vedere tutto d'un fiato per poi passare ad altri film senza dubbio migliori di questo.
Voto: 6


Commenti

  1. ho tentato di vederlo ma mi sono addormentato....dai, ce la posso fare!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daje bradipuccio...ogni tanto la spina si stacca xD

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.