Passa ai contenuti principali

Horror Stories - Summer Edition -La Prima Notte del Giudizio

Ok, potete dire tutto quello che volete…
Che è allucinato, che è fuori di testa e via dicendo…
Eppure ogni anno non riesco a non guardare i capitoli de La Notte del Giudizio, devo ripescare il terzo capitolo perché mi sa che non l'ho recensito così completo tutta la serie.

Volete sapere come tutto è cominciato?
Ecco la risposta, finalmente siamo giunti al quarto capitolo che più di un seguito è un prequel, e racconta della decisione dei nuovi padri fondatori d'america, di fare un esperimento sociologico circoscritto però in una piccola frazione, ovvero dare 12 ore di completa anarchia con lo sfogo in cui le persone possono commettere tutti gli atti contro la legge per abbassare la criminalità all'1%...
Il problema però che la violenza si espanderà a macchia d'olio in tutta la nazione soprattutto quando gli oppressori incontrano la rabbia degli emarginati, scoppierà una rivoluzione.
Come creare un mostro e tenerlo al guinzaglio?
E' impossibile.
Film imperfetto, ma davvero ne sentivamo il bisogno? Io l'ho guardato soprattutto per recensirlo in rubrica, poi perché da anni seguo questo franchise e non me lo sono perso.
Ma è un mio personale guilty pleasure usato per divertimento e anche per sapere come è iniziato tutto dato che questo è un prequel.
Dite che è stato esagerato girarlo?
Forse, tuttavia anche se ci ho trovato diverse forzature, me lo sono gustato in questa caldissima estate.
Resta comunque un opera di compiacimento, secondo me solo per gli affezionati del genere, il migliore resta comunque il primo capitolo, che è abbastanza agghiacciante.
Senza infamia e senza lode.

La Prossima settimana The Mangler e The Bride





Commenti

  1. Dici bene, senza infamia e senza lode, purtroppo, perché penso che nessuna saga abbia anticipato i nostri (brutti) tempi moderni come ha saputo fare “The Purge”, arrivassero anche bei film, non sarebbe male però ;-) Cheers

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Minority Report

Che succede quando Spielberg incontra Philip k Dick?
Un incontro che definirei di puro intrattenimento coniato da una storia che avvince dall'inizio alla fine, un incontro magico che ha dato vita a un grande film: Minority Report.
Qui il protagonista è Tom Cruise che lavora per la prima volta con Spielberg, e interpreta il ruolo di un agente precrimine, che grazie ai precog, persone che potremmo definire veggenti, hanno il modo di prevedere i futuri crimini e di evitarli.
Tutto sembra andare per il verso giusto, la precrimine ha quasi annullato gli omicidi ed è un dipartimento perfetto...ma è davvero così?
A cominciare a mettere la pulce nell'orecchio di questa organizzazione è una visione di una precog, la donna la più dotata, e prima ancora un agente dell'fbi che vuole vederci chiaro, e che crede che la precrimine non sia così infallibile, sicuramente ha delle pecche.
Quando Agatha, fa vedere a John - Cruise - l'eco di un omicidio lui ne parla con il suo capo, ma ins…

Ciclo Horror Stories - A Quiet Place

Maggio non poteva cominciare che con un horror, visto che di martedì di solito tocca al cinema horror essere protagonista con il famigerato ciclo Horror Stories, ho scelto questa volta un film particolare, in cui non ci sono spargimenti di sangue, ma solo un atmosfera inquietante che non ti molla dall'inizio alla fine.