Passa ai contenuti principali

Ricky - Una storia d'amore e libertà

Questo film è come una fiaba, e come tutte le fiabe, la si deve guardare perchè dimostra di avere una leggerezza e una semplicità disarmanti riuscendo a divertire lo spettatore.
E' un film leggero come ho detto prima per questo risulta piuttosto vincente, perchè presentando la storia di assoluta fantasia, Ozon si inventa una fiaba adatta a conquistare il cuore di tutti, sia per l'assoluta innocenza del protagonista, chi non si intenerisce alla vista di un bambino con le ali che svolazza di qua e di là? Sia per il rapporto che lega all'inizio Kathy e Paco, rispettivamente i due genitori del piccolo, con questo film François Ozon, si allontana dal cinismo delle sue opere precedenti per dirigere un opera ispiratissima, di tenerezza, e fa centro, perchè questo piccolo ma grande film, racchiude in se parecchi significati, come la comprensione e la tolleranza, e che sono anche valori che si trasmettono attraverso le fiabe quando vengono raccontate, quando gli autori virano per altri temi avvolte fanno cilecca, ma - come in questo caso - avvolte fanno centro, e Ricky ha fatto centro sia nel mio cuore di spettatrice che sicuramente farà centro anche nel vostro cuore, se un giorno lo vedrete, poi mi dite se vi è piaciuto o meno, intanto quando ho visto questo piccolo gioiello, ho voluto staccare la spina, e quando mi sono trovata di fronte a una fiaba, scritta e diretta in completo stato di grazia, è stata un esperienza sorprendente, non sono molti i film ispirati e girati col cuore, anzi al giorno d'oggi si contano sulle dita di una mano, ma come spesso accade, è l'ispirazione che fa la differenza, e scusate se è poco.
Comunque, è un film da vedere e scivola giù che è una meraviglia, come se voi beveste un bicchiere d'acqua fresca che vi inebria e che vi intenerisce, la parte in cui Kathy nota le echimosi sulla schiena del bambino, è la parte più drammatica, perchè Paco viene allontanato sospettando che abusi del bambino, ma questi sospetti verranno dimenticati non appena al bambino spuntano le ali, e Paco dopo un po' di tempo torna a casa, ma torna perchè gli manca la sua famiglia o torna per sfruttare la situazione?
Quando i media comincieranno a invadere la vita del piccolo Ricky volerà via letteralmente, per vivere una vita di innocenza lontano dalla curiosità invadente degli altri.
DA NON PERDERE



Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.