Passa ai contenuti principali

The Woman in Black

Vedendo questo film cominci a pensare che i ragazzi della saga di Harry Potter crescono, non è facile togliersi di dosso un personaggio, specialmente se il personaggio in questione lo hai interpretato per un decennio e passa, o quasi, Daniel Radcliffe, ci tenta, con questo horror d'atmosfera diretto da James Watkins, che sulla carta è piuttosto attraente, si ma rimane tale, perchè alla luce dei fatti Radcliffe, non è capace di reggere molto il suo personaggio e lo si nota, i panni del maghetto gli calzavano a pennello, ma quelli del detective del mistero gli stanno un po' stretti.
Ma parliamo del film, che dalla trama è piuttosto accattivante, un giovane avvocato, che deve occuparsi dell'eredità di una donna, ma l'atmosfera nel piccolo villaggio è piuttosto sinistra, tutti hanno paura del fantasma di una donna, che praticamente terrorizza la gente, l'uomo non si lascia spaventare dalle paure del luogo e contro ogni avviso degli albergatori presso i quali alloggia, vuole vedere cosa si nasconde su questo mistero e si trasferisce nella casa di quella donna, sarà un viaggio verso qualcosa che non riuscirà ad immaginare, nè riuscirà a comprendere veramente, l'incipt con le bambine che prima danno il te alle bambole e poi si buttano dalla finestra è uno dei pochi momenti alti del film, l'origine letteraria dell'opera peggiora ulteriormente le cose, il regista non è capace di lasciare la sua impronta personale, segue alla lettera ciò che l'autrice del romanzo ha scritto, forse perchè il film stesso è scritto da lei, quindi ci sono pochi brividi, nessun brivido di terrore che ti fa saltare dalla sedia, sembra più che altro un film preconfezionato per i fans di Harry Potter ormai orfani del loro beniamino, parecchio distante dagli horror come li intendo io e tutti gli amanti del cinema di genere.
Come dicevo prima è un film d'atmosfera, sicuramente il romanzo sarà molto più interessante e approfondito del film che si vuole basare a creare brividi ma ne lascia pochi o non ne lascia affatto, il regista si trova uno script forse in cui ha messo mano la casa di produzione cinematografica, perchè non ha carta bianca e lo si nota, scena dopo scena, ed è un peccato perchè dalla trama sarebbe potuto nascere qualcosa di più interessante, non si approfondisce la storia di questa donna in nero, chi è? Perchè appare? Chi sono le bambine che si sono gettate dalla finestra? Non si spiega la maledizione che incombe nella cittadina, come anche il modo per farla terminare, un occasione sprecata, che se fosse stata girata in altro modo il film ne avrebbe guadagnato...peccato.




Commenti

  1. Sostanzialmente sono d'accordo: è un semplice divertissment che deve molto del suo appeal al marchio Hammer e Radcliffe non mi sembra tutto 'sto granchè. Però la notte dentro la casa con Danielino che deve fronteggiare fantasmini che vengono da tutte le parti con quel cacchio di cane che abbaia nei momenti meno opportuni...io l'ho trovata divertente!

    RispondiElimina
  2. si non lo metto in dubbio, ma il film è debolissimo e scontato, ci vuole molto di + dell'abbaiare di un cane per dare i brividi, è un film che se fosse stato sviluppato meglio sarebbe stato migliore, ma si sa, quando a parlare sono i soldi la creatività va a farsi benedire ^^

    RispondiElimina
  3. Nulla di memorabile, pensavo l'ho visto qualche mese fa e già mi sembra di averlo dimenticato:)

    RispondiElimina
  4. si infatti, credo che l'horror sia in piena crisi creativa, non ci sono più autori capaci di farci rizzare i capelli dalla paura...peccato :(

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.