Passa ai contenuti principali

Mignon è partita

Opera prima di Francesca Archibugi, che già sottolinea i temi portanti del suo cinema che sono il disagio degli adolescenti, e il passaggio all'età adulta, che vedrà la sua genesi nel bellissimo Il Grande Cocomero di cui presto  parlerò alla fabrica, ma veniamo al film, che è girato nel 1988 e per essere un opera prima è davvero un bel film, ma diciamocelo, dimostra anche di essere un opera matura, e per un opera prima è un punto a favore della sua autrice, e scusate se è poco.
Mignon è un adolescente che è costretta a lasciare la sua casa per passare le vacanze estive con gli zii italiani, di ramo più umile, dopo che il padre è stato arrestato per aver usato materiale difettoso in un cantiere che ha causato la morte di due persone,  ma la ragazza si dimostra insofferente e altezzosa verso la semplicità di quegli zii, e difficilmente lega con le cuginette, tranne che con Giorgio, scoprendo di avere in comune la passione per la lettura, e qui che avviene il viaggio iniziatico che porterà i due ragazzini a ritrovarsi nella loro incapacità di integrarsi con il mondo che  li circonda, Mignon perchè ad un primo momento risulta snob e altezzosa, Giorgio, perchè è diverso dalla sua famiglia, e finirà per innamorarsi di lei, ma è molto timido e riservato e non riuscirà mai a rivelare il suo amore per lei, che resterà custodito nel suo cuore, fino a quando Cacio un bulletto amico del figlio più grande di Zia Laura - una strepitosa Stefania Sandrelli - la seduce, nella libreria dello zio, luogo di incontri clandestini nonostante fosse una libreria, per il ragazzo inizia una crisi depressiva, accentuata dal fatto di veder crollato il sogno di svelare i suoi sentimenti, fino a commettere un tentativo di suicidio, ma fortunatamente viene salvato in tempo, proprio quando le cose sembrano rimettersi a posto, Mignon rivela a tutti di essere in cinta, ma il suo è un gesto plateale, che viene fatto per tornare a casa, Il giorno della sua partenza, sarà per Giorgio, un segno inequivocabile del suo passaggio di formazione, da adolescente a maturo, quando si renderà conto di non riuscire più ad entrare con il cancello chiuso, e ripenserà a come le cose potessero andare diversamente se avesse dato il sospirato bacio sul collo a Mignon.
Francesca archibugi dimostra di avere sensibilità, e dirige un film emotivo che riesce a parlare al pubblico anche con semplici gesti e con semplici scene, l'apparentemente fredda Mignon, si vede come un aliena in mezzo a quei parenti caciaroni, e urlatori, che con semplicità vivono la loro vita, che è nettamente all'opposto alla sua, si trova meglio con Giorgio, che è rispetto agli altri più riflessivo, più timido e meno popolano.
Un film che è un viaggio che passa dall'adolescenza alla maggiore età, svelando molto della sensibilità dei ragazzini che spesso e volentieri non vengono compresi dal mondo degli adulti, perchè troppo impegnati a vivere la loro vita, non sarà una convivenza facile, ma permetterà a queste due gocce sul mare di esprimersi, anche solo per poco tempo e incrociare i loro percorsi nonostante i litigi, nonostante, l'impossibile convivenza con gli altri, la regia della Archibugi riesce a mettere in chiaro questo, è precisa, netta, senza troppi giri di parole, perchè vuole che lo spettatore capisca i personaggi, non li deve compatire, l'apparentemente antipatica Mignon, in realtà è una ragazza che si trova in una situazione in cui non vuole stare, e sarà anche per lei un viaggio iniziatico, anche se per poter tornare a casa è costretta a dire una bugia, poco importa, il succo del discorso è la comprensione, e avvolte basta così poco per capire.
DA NON PERDERE



Commenti

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Spiderman Homecoming

Ecco il terzo capitolo del reboot di Spiderman...lo devo dire non è male, e questa terza parte mi è piaciuta particolarmente, per un solo motivo: Michael Keaton.
Perché? Perchè simpaticamente ha voluto fare il verso ai cosidetti supereroi - lui che ha interpretato il per me mitico Batman Burtoniano - e interpreta il cattivo, ovvero l'antagonista dell'uomo ragno.
Ed è pure padre della sua ragazza...

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…